menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presentata alla Bit la guida turistica dei parchi del Salento

I Parchi del Salento. Anime e stagioni di una terra viva”: è questo il titolo di una guida turistica tradotta in 5 lingue che è stata presentata sabato 13 febbraio a Milano nell’ambito della Bit – la Borsa Internazionale del Turismo 2016, presso lo stand Pugliapromozione

OSTUNI- I Parchi del Salento. Anime e stagioni di una terra viva”: è questo il titolo di una guida turistica tradotta in 5 lingue che è stata presentata sabato 13 febbraio a Milano nell’ambito della Bit – la Borsa Internazionale del Turismo 2016, presso lo stand Pugliapromozione.
A presentare questa nuova ed originale iniziativa editoriale sono stati il Parco Naturale Regionale Dune Costiere da Torre Canne a Torre S. Leonardo, la Riserva Naturale di Torre Guaceto, la Provincia di Lecce partner del progetto “Live your tour - A cross-border network to increase sound and harmonious tourism in Italy, Spain, Lebanon and Tunisia”.

Si tratta di un progetto di cooperazione internazionale tra Paesi UE del bacino del Mediterraneo, realizzato con il programma europeo di cooperazione ENPI. I paesi coinvolti sono Italia, Spagna, Libano e Tunisia, impegnati nell’attuazione di un programma avente come tema il turismo sostenibile, basato sulle risorse naturali, paesaggistiche, storico-culturali, eno-gastronomiche del territorio, che offra ai turisti esperienze di viaggio autentiche, fuori stagione e lontane dai flussi turistici convenzionali, generando impatti positivi sull’economia locale.

Si tratta di una guida turistica curata dalla Giunti editore  tradotta in 5 lingue, che svela aspetti interessantissimi e ancora poco conosciuti di un territorio ricchissimo di natura, storia e cultura; un territorio che attira turisti da tutto il mondo, ma spesso per uno solo dei suoi molteplici attrattori: il mare. Questa guida, ricca di testimonianze e suggerimenti per i viaggiatori, presenta un Salento da vivere tutto l’anno con un ventaglio di proposte (come sentieri da percorrere a piedi, in bici o a cavallo nelle aree protette salentine, le esperienze legate al mondo rurale, i tesori nascosti dell’entroterra, ecc.) utili sia per chi lo visita in estate e desidera diversificare la sua esperienza, sia per chi voglia scoprirlo nelle altre stagioni dell’anno.

Hanno presentato la guida l’on. Enzo Lavarra, Presidente del Parco naturale regionale delle Dune costiere, Paolo D’Ambrosio, Direttore dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, Alessandro Ciccolella, Direttore della Riserva di Torre Guaceto, Stefania Mandurino, di Pugliapromozione, Rita Brugnara, della Giunti editore, Mariella Piscopo, autrice della Guida ed Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia.

“Come si vedrà direttamente dalla sua visione la Guida dei Parchi del Salento è uno strumento qualificato di informazioni e racconto di questa bellissima area della Puglia” ha dichiarato il Presidente del Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere Enzo Lavarra. “Questa è un’iniziativa ad ampio respiro. La duplice importanza della Guida si concretizza nella creazione di una rete che mette in rilievo l’unicità delle realtà naturalistiche del Salento e delle loro peculiarità naturali, culturali, dell’enogastronomia e della piccola pesca costiera troppo spesso sconosciute ai più” ha affermato il Direttore della Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto, Alessandro Ciccolella. “Il sistema Aree Protette del Salento è un esempio concreto di come un territorio possa attivare nuove filiere turistiche che tengano conto del vasto patrimonio ambientale e culturale in accordo con i moderni concetti di Green Economy e di Blue Economy” ha il Direttore dell’Area Marina Protetta Porto Cesareo, Paolo D’Ambrosio.

Per il Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia Aldo Patruno “la Guida ai Parchi del Salento è massimamente espressiva dell’orizzonte progettuale e programmatico del suo Dipartimento che coniuga in modo integrato, valorizzazione paesaggistica e culturale ed eccellenze enogastronomiche come occasione di sviluppo di nuova economia.” Patruno ha proposto che Federparchi nella rappresentanza dell’on. Lavarra sia partener dei percorsi lungo le torri costiere e i fari che rappresenterà uno dei fulcri della nuova programmazione trasfrontaliera della Regione Puglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento