menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre Guaceto da vivere, anche a fine autunno

Il fine settimana appena trascorso si è caratterizzato per una serie di eventi sostenibili organizzati all’interno della Riserva.  Manifestazioni nate in seno al programma regionale InPuglia 365

Il fine settimana appena trascorso si è caratterizzato per una serie di eventi sostenibili organizzati all’interno della Riserva.  Manifestazioni nate in seno al programma regionale InPuglia 365 e di ordine sportivo, tutte pensate e realizzate per la promozione della sensibilità ambientale degli utenti, la conoscenza dell’area protetta e la fruizione eco del patrimonio naturale. 

5021631-2

Sabato si è tenuto “Nuvole bianche di semole e farine”, cooking lab organizzato dalla cooperativa Thalassia e attraverso il quale Marisa e Antonella, due delle ospiti del Centro Diurno Pegaso di Carovigno hanno guidato i partecipanti nella preparazione delle orecchiette pugliesi.
Domenica, ancora Thalassia ha organizzato il soul lab “Viaggio attraverso il sé”, un’esperienza volta alla scoperta della propria interiorità e guidata da un esperto di massaggio armonico vibrazionale, con la quale gli utenti hanno potuto godere di un evento unico ed emozionante. 
Nella stessa giornata di domenica, gli operatori della cooperativa Gaia environmental tours education and events hanno realizzato “Puglia di mare e non solo: dai borghi marinareschi di Monopoli ai vogatori di Brindisi” con il quale hanno fatto conoscere agli utenti la vita dei pescatori di Torre Guaceto, aspettando il loro rientro in porto, come si faceva tempo fa. 

5889246-2

Grazie alla collaborazione con la cooperativa pescatori Emma e la condotta Slow Food Alto Salento, i fruitori hanno potuto approcciarsi agli aspetti più caratteristici e meno noti di questo lavoro.  Chiacchierando tra un sarago ed una triglia, infatti, gli artigiani della Riserva hanno raccontato cosa significa essere un pescatore in un’area protetta, le buone pratiche seguite attentamente, la passione che hanno per il proprio lavoro e l’importanza della tutela di un bene come il mare. 

Ma non solo. Ancora domenica, la Riserva ha ospitato la quinta tappa del campionato regionale di Endurance 2017, valevole anche come Trofeo dei Circoli e Coppa Puglia, organizzato da Ottorino Ugenti, patron dell’Oasi del Cavallo di Carovigno, e Maria Convertini. 
Tanti eventi, tante emozioni. Perché la Riserva può essere vissuta in modo sostenibile tutto l’anno. C’è un mondo oltre le bellissime spiagge che in estate attraggono i turisti stagionali. 

7864300-2

E gli eventi non finiscono qui.  Il prossimo, gratuito, si terrà sabato 3 dicembre. Come spiega l’organizzazione dell’evento, la cooperativa Thalassia: “Tra gli uliveti secolari, camminando sulla terra rossa, impareremo a regolare il respiro al ritmo delle foglie cariche di olive, seguendo i lavori di raccolta ed incontrando i contadini che, ad uno ad uno, raccolgono i preziosi frutti. Un allenamento sano che ci permetterà di conoscere luoghi inconsueti pieni di bellezze nascoste. Seguiti dagli esperti della Podistica Carovigno riusciremo a comprendere il nostro ritmo interno e ad uniformarlo con il respiro dell’ambiente che ci circonda”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento