Domanda di allaccio o prima attivazione luce e gas

Con una guida, vi forniamo le procedure da eseguire per attivare le utenze nella vostra nuova casa

La domanda di allaccio per luce e gas è comprensibilmente più lunga e complessa di quella di prima attivazione, perché comporta la posa di un nuovo contatore per l’energia elettrica o il gas. Fortunatamente, la richiesta di allaccio per la luce è abbastanza rara dato che quasi tutte le abitazioni sono già connesse alla rete elettrica. Per il gas, invece, la questione è leggermente diversa. Le procedure e i moduli per una prima attivazione di luce e gas sono differenti per l’energia elettrica e per il gas naturale; nel secondo caso è prevista una procedura potenzialmente più lunga.

Allacciamento luce

L’allacciamento della luce viene svolto dalla società di distribuzione, che invia i suoi tecnici per un sopralluogo e infine posa il contatore. È possibile anche farne richiesta attraverso il fornitore, in modo da avere contemporaneamente la posa del contatore e la sua attivazione. I tempi però sono più lunghi in questo caso. Normalmente si procede con una semplice richiesta, effettuata al servizio clienti del distributore o presso gli uffici del fornitore. Alla richiesta segue un sopralluogo da parte dei tecnici del distributore, e se non vi sono elementi ostativi, si procede all’allaccio.

Procedura e moduli per la prima attivazione della luce

La prima attivazione di un contatore nuovo per l’energia elettrica è meno articolata rispetto al gas. Sarà sufficiente fornire la dichiarazione di regolarità urbanistica dell’immobile e quella di regolare possesso dell’immobile, secondo i moduli che il fornitore renderà disponibili.

Allacciamento gas

L’allacciamento del gas può essere richiesto sia alla società di distribuzione territoriale che direttamente al fornitore scelto, purché lo si faccia dagli uffici dello stesso. Anche qui è necessaria una valutazione dei lavori da compiere da parte del distributore, che può avvenire con un sopralluogo. Dal sopralluogo il distributore identificherà se i lavori di allacciamento del gas siano semplici o complessi, e potrà eventualmente determinare che essi non possano essere eseguiti. Se lo sono, darà corso ai lavori nei tempi stabiliti.

Procedura e moduli per la prima attivazione del gas

Per attivare il tuo contatore del gas la prima volta dovrai contattare un fornitore di gas e compilare la modulistica che ti verrà fornita. I fornitori richiedono di compilare almeno 2 moduli tecnici, di cui uno da parte installatore dell’impianto:

  • Allegato H40 – conferma della richiesta di fornitura di Gas
  • Allegato I40 – Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto, a cura dell’installatore dell’impianto

Viene poi solitamente richiesta un’autocertificazione dell’installatore che ne attesti l’idoneità, o una visura camerale recente della ditta che ha eseguito l’installazione. Oltre a questi dati è necessario compilare alcuni moduli commerciali che vengono sottoposti dal fornitore; puoi richiedere qui l’intera modulistica.

I tempi necessari per l’allaccio a luce e gas

I tempi che occorrono per un allaccio o per una prima attivazione di luce e gas possono essere molto diversi a seconda dei casi.

Allaccio alla rete elettrica

In caso di allaccio alla rete elettrica bisogna attendere il sopralluogo del distributore, che viene fissato in genere entro 3 settimane dalla richiesta stessa. Entro 20 giorni lavorativi dal sopralluogo viene emesso il preventivo, ed entro 15 giorni dalla sua accettazione vengono completati i lavori di allacciamento. Il tutto sempre salvo problematiche di accoglimento sulla richiesta.

Allaccio alla rete del gas

Anche per l’allaccio del gas i tempi sono legati al sopralluogo tecnico. I lavori di allacciamento possono essere giudicati semplici o complessi. Nel primo caso il distributore ha 15 giorni, nel secondo 30 giorni per avanzare un preventivo. All’accettazione del preventivo o al pagamento dello stesso, la società di distribuzione ha 10 giorni per completare i lavori semplici, e 60 per quelli complessi.

I tempi necessari per la prima attivazione di luce e gas

Per la prima attivazione di luce e gas le procedure prevedono tempi differenti a seconda che si debba attivare un contratto di luce o di gas. Per la luce è necessario un iter più semplice e più rapido, mentre la richiesta di attivazione per un contatore del gas mai utilizzato necessita di più tempo, più documenti e più soggetti.

Prima attivazione di un contatore gas mai attivato

Per attivare un contratto di fornitura gas per la prima volta non è sufficiente che sia presente un contatore, anche se nuovo; è necessario che i lavori relativi all’impianto gas siano stati ultimati, e che l’installatore che ha svolto i lavori stessi possa compilare l’attestazione di corretta esecuzione dell’impianto, l’Allegato I/40 di cui si è parlato sopra.

Una volta ricevuti i moduli per l’attivazione dal fornitore, avrai 90 giorni di tempo per restituirli compilati e firmati via mail, via fax o via posta.

Dal momento della consegna, il fornitore dovrà verificare che la documentazione sia valida e completa; ha 30 giorni lavorativi di tempo per effettuare le verifiche e richiedere eventuali integrazioni. Se non adempie nei 30 giorni, la richiesta si considera annullata. Una volta accertata validità e completezza della documentazione, il contatore deve essere attivato entro 10 giorni lavorativi.

In altre parole, la prima attivazione può richiedere da un minimo di 12 giorni lavorativi ad un massimo di 130 (anche se gli estremi rappresentano ipotesi molto improbabili).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima attivazione di un contatore luce mai attivato

Se si tratta di una prima attivazione della luce, quindi con contatore già presente, la pratica normalmente viene sbrigata in 7 giorni: se hai contattato il fornitore, questo deve trasmettere la richiesta al distributore entro 2 giorni dalla firma dei contratti. Il distributore ha 5 giorni per attivare il contatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento