rotate-mobile
Lavoro

Bonus 200 euro: novità per i lavoratori dipendenti, gli autonomi attendono

Per i lavoratori dipendenti è possibile scaricare dal web un modulo da compilare, fornito dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro. Il Patronato Acli, invece, ha predisposto un'operazione online per facilitare le richieste dei lavoratori del settore domestico

BRINDISI - Il decreto Aiuti, introdotto dal Governo in data 17 maggio, ha previsto l'immissione di una misura a sostegno dei lavoratori, delle lavoratrici e delle famiglie per combattere il carovita. 

Difficoltà impellenti riguardano ormai sempre più la fascia media della società oltre che quella meno abbiente. Per questo, l'iniziativa - definita come una tantum - è stata proposta con l'obiettivo di offrire un po' di respiro alla popolazione che si trova alle prese con  l'aumento repentino dei prezzi. 

Chi può richiedere il bonus

Secondo i calcoli istituzionali, i potenziali aventi diritto sono circa 31 milioni e mezzo di italiani. Tra questi:

- Lavoratori dipendenti sia del settore pubblico che privato che devono, però, aver usufruito dello sconto dello 0,8% sulla quota dei contributi previdenziali, secondo la legge di bilancio 2022, con una retribuzione imponibile mensile fino a 2.692,00 euro. In più il lavoratore non deve percepire il reddito di cittadinanza o altri trattamenti pensionistici. Quest'ultima condizione necessita di essere accertata con una dichiarazione preparata dal datore di lavoro e controfirmata dal dipendente. Continuando a leggere l'articolo è possibile scaricare il modulo giusto. 

- Pensionati (di ogni tipo), percettori del reddito di cittadinanza e disoccupati che ricevono la Naspi o la DisColl saranno gli unici ad ottenere il bonus direttamente dall'Inps a luglio, con un versamento presso il proprio conto corrente. Anche in questo caso - come per i lavoratori dipendenti - il tetto del reddito è di 35.000 euro l'anno.

- Lavoratori domestici, familiari: colf, badanti, assistenti familiari, cuochi e baby sitter dovranno presentare - questa volta direttamente all'Inps - la medesima autocertificazione di cui si è parlato per i lavoratori dipendenti, aggiungendo - però - la tipologia dei contratti di lavoro attivi al 18 maggio 2022. Il Patronato Acli ha intrapreso un'iniziativa che consente di inoltrare direttamente la domanda online cliccando sull'apposito sito. Per completare l'operazione - però - bisognerà firmare il modulo precompilato che si riceverà a casa, da rispedire a mezzo Poste Italiane.  

- Lavoratori stagionali del turismo e dello spettacolo: il bonus da 200 euro dovrebbe essere erogato dopo il 31 agosto 2022; questi ultimi faranno richiesta in base alle modalità indicate in seguito. 

- Lavoratori autonomi: la situazione è ancora più complessa, perché verranno emesse delle comunicazioni tra fine giugno ed inizio luglio. In questo caso ci potrebbero essere delle variazioni che riguardano la soglia di reddito per cui è possibile richiedere il bonus. 

Il modulo per i lavoratori dipendenti 

I consulenti del lavoro, come riportato sul sito della propria Fondazione studi, hanno recentemente sottolineato che - in contraddizione con quanto annunciato precedentemente dalle Istituzioni - il passaggio di richiesta per i lavori dipendenti non sarà del tutto "automatico", ma che questo avverrà solo per pensionati e percettori del reddito di cittadinanza. 

L'ente, inoltre, ha evidenziato come manchi un modulo ufficiale che permetta al datore di lavoro di certificare l'idoneità del dipendente in merito alla richiesta del bonus. Dunque ha predisposto un modulo apposito, che è possibile scaricare cliccando sul seguente link: autocertificazione-bonus-200-euro-2 (1)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus 200 euro: novità per i lavoratori dipendenti, gli autonomi attendono

BrindisiReport è in caricamento