Spettacolo in cielo: la cometa Neowise immortalata dal litorale Brindisino

Gentili lettori con questa rubrica BrindisiReport intende raccontare il territorio brindisino attraverso i vostri occhi. Dalle bellezze naturali, ai piatti tipici, passando dai monumenti e spaccati di vita quotidiana

BRINDISI - Questa serie é dedicata alla Cometa Neowise visibile a occhio nudo ancora per pochi giorni. Scatti  fatti dalla litoranea brindisina da Dario Sorrenti. 

Scoperta il 27 marzo 2020 dal telescopio spaziale Neowise, ha raggiunto il perielio (minima distanza dal sole) il 3 luglio ed il suo punto più vicino alla Terra il 23 luglio. Si tratta della cometa più luminosa degli ultimi 23 anni. Neowise si trova sotto la costellazione del Grande Carro. Dai primi di agosto potrà essere osservata soltanto con un telescopio o un buon binocolo, fino a scomparire totalmente. Tornerà a farsi osservare dalla Terra tra 6.683 anni. 

Gentili lettori con questa rubrica BrindisiReport intende raccontare il territorio brindisino attraverso i vostri occhi. Dalle bellezze naturali, ai piatti tipici, passando dai monumenti e spaccati di vita quotidiana. Armatevi di obiettivo e inviate le vostre foto che siano al mare, in campagna, in casa o a spasso per i borghi e le bellezze cittadine a redazione@brindisireport.it. Possibilmente accompagnate lo scatto da una piccola descrizione sul luogo e se volete nome e cognome dell’autore. 

P.S. Le foto saranno sottoposte a valutazione da parte della redazione di BrindisiReport. La e-mail varrà come autorizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento