menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allerta meteo gialla e arancione per la Puglia centro-meridionale

Nella giornata di martedì sarà toccata anche la provincia di Brindisi, fa sapere la Protezione civile. Ma il peggio su area ionica e Basso Salento

L’Italia è interessata dal passaggio di una perturbazione proveniente dal Nord Europa che  porta aria fredda e marcatamente instabile, dapprima sulle regioni settentrionali, specie quelle di ponente, con piogge e temporali localmente intensi. Nel corso della giornata le precipitazioni si estenderanno alle regioni del Centro, fino a giungere in serata sul Meridione, con fenomeni più frequenti e rilevanti sul versante tirrenico e successivamente su quello ionico. Martedì i temporali interesseranno soprattutto il Meridione, mentre cesseranno sulle regioni centrali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. 

Sulla base di quanto esposto e dell’Avviso di condizioni meteorologiche avverse emesso dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, il Centro Funzionale Decentrato della Puglia dalle ore 14 di oggi 15 luglio 2019 e per le per le successive 10 ore, ha emanato un’ un’allerta gialla per rischio idrogeologico e per temporali su tutto il territorio regionale, mentre dalla mezzanotte di domani 16 luglio 2019 e per le successive 20 ore, ha innalzato il livello di criticità, emanando un’allerta arancione per rischio idrogeologico e per temporali per le zone centro meridionali della regione.Le manifestazioni temporalesche dovrebbero interessare nella giornata di domani anche la provincia di Brindisi dalla tarda mattinata, ma saranno più intensi sull'area ionica e nel Salento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento