La patente Ncc: cos'è e come si ottiene

Se ti piace stare al volante e vuoi combattere il periodo di crisi economica, allora l’abilitazione al servizio di noleggio con conducente è la soluzione giusta per te

Il "Noleggio Con Conducente" è un servizio appartenente alla categoria dei trasporti pubblici non di linea, integrativo e supplementare ai trasporti di linea.

Si rivolge a un’utenza specifica che avanza apposita richiesta per una determinata prestazione a tempo e di viaggio. Prestare servizio come autista Ncc, quello che una volta veniva chiamato più o meno a ragione, fare lo "chaffeur", permette di godere di un particolare "status", difficilmente fruibile oggigiorno in altre professioni o attività:

-Totale autonomia ed artigianalità del proprio operato;

-Utilizzo di autoveicoli d’alto livello;

-Contatti con clientela esclusiva e prestigiosa;

-Utilizzo dei più moderni strumenti "automatici" per lo svolgimento della propria attività;

-Agevolazioni bancarie "ad-hoc" per eventuali mutui o prestiti d'onore.

Ma come si può lavorare nel settore NCC?

E’ necessario avere tutte le carte in regola, ovvero: requisiti morali, economici e tecnici di prim'ordine:

1) Requisiti morali:

Per svolgere la professione in maniera ottimale è importante avere requisiti morali d'eccellenza come: massima educazione e puntualità, rispetto altrui, capacità di relazioni sociali e pubbliche, capacità di interloquire con la clientela ed un perfetto stile di guida rispettoso del Codice della Strada adattato alle esigenze di ogni passeggero.

2) Requisiti economici:

Per chi desidera acquisire il patentino o acquistare la licenza NCC è importante essere già in possesso di una quota significativa della spesa da sostenere, così da evitare mutui o prestiti fin troppo onerosi.

3) Requisiti Tecnico-Professionali:

 - Patente B di guida conseguita da almeno 3 anni;

- Certificato di Abilitazione Professionale categoria KB da conseguire presso gli uffici della Motorizzazione Civile di competenza, previo esame orale da effettuare in loco. Una volta ottenuta l'abilitazione potrete guidare taxi e servizi di linea;

- Per diventare autista NCC a tutti gli effetti dovrete prima procedere con l’iscrizione in Provincia come conducenti di veicoli adibiti al trasporto pubblico. All'uopo sarà necessario aver superato un altro esame di idoneità;

- Infine l'iscrizione alla Camera di Commercio per iniziare l'attività.

Oggi poi, rispetto a prima per esercitare la professione è obbligatorio avere a disposizione una autorimessa a norma di legge per l’eventuale ricovero dei veicoli che utilizzerete per lavoro.

E’ importante ricordare che in Italia ogni Pubblica Amministrazione ha il potere di decidere in totale autonomia il numero di licenze da rilasciare con un bando pubblico annuale. Ovvero esiste una quota massima di licenze NCC per ogni città e comune. Motivo per il quale, se il limite massimo è superato, sarà necessario richiedere al Comune la licenza, oppure acquistare il "patentino" da qualcuno che già la possiede. In quest’ultimo caso, per diventare autista NCC, dovrete mettere in conto di effettuare una spesa di qualche migliaio di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Grave aggressione contro operatori del 118: danneggiata un'ambulanza

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento