menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Castello di Presepi", mercatini, fiere e degustazioni per il ponte dell'Immacolata

Artigianato, spettacoli, enogastronomia e tanta musica aprono i festeggiamenti per il Natale a Ostuni e Mesagne. Giovedì 8 dicembre, giorno dell'Immacolata, eventi per tutti i gusti

Artigianato, spettacoli, enogastronomia e tanta musica aprono i festeggiamenti per il Natale a Ostuni e Mesagne. Giovedì 8 dicembre, giorno dell’Immacolata, eventi per tutti i gusti.

OSTUNI. Dopo il successo dell’anno scorso, Ostuni torna a deliziarsi nella location ancor più suggestiva del centro storico con «Zucchero & Cannella», l’evento culturale ed enogastronomico, unico nel suo genere, organizzato dall’associazione La Ghironda in collaborazione con l’assessorato comunale alle Attività produttive. Dall’8 all’11 dicembre, in piazza Libertà, dominata da un albero di ventidue metri realizzato dai salentini De Cagna, i maghi delle luminarie famosi in tutto il mondo, arte e divertimento si sposano con degustazioni, iniziative e spettacoli per tutte le età lungo una quattro giorni che farà da prologo al Mercatino Natalizio in programma sino al 31 dicembre.

Nel clima magico di festa e partecipazione, fedele allo spirito Ghironda, artigianato di qualità, food & drink, musica e teatro di strada e animazione per bambini e famiglie, si incontreranno in un unico spazio, un vero e proprio villaggio di Natale con trenta caratteristiche casette di legno la cui ubicazione è stata personalmente curata dall’assessore Maristella Andriola, cui si deve inoltre la scelta del maestoso albero natalizio. E laboratori artistici giornalieri (anche con il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole di Ostuni) sono previsti nel Chiostro del Comune appositamente coperto (prenotazione obbligatoria al numero 338.2705298).

Marco Neri-2

Quando si farà buio, e nella Città Bianca si accenderanno le luci della sera, i chioschi, i banchetti, gli spettacoli e le attrazioni di «Zucchero & Cannella», rivestiranno di splendore il cuore del borgo antico in un’atmosfera di suggestivo incanto. Abitanti e turisti si lasceranno ammaliare dal clima natalizio del centro storico, dove gustare specialità e cibi caldi al novanta per cento «made in Ostuni» e preparati dai tanti esercenti coinvolti, dalla carne alla brace alle pettole, dalle cazzatedde ai panzerotti, oltre ai piatti a base di frutta e alle caldarroste di Cicinedda, lo storico venditore di angurie che ha trasferito la propria esperienza e passione ai figli Angelica, Giovanni e Ivan Laveneziana. Si potranno, inoltre, ammirare e acquistare le realizzazioni manuali di espositori provenienti da tutta la Puglia e da molte altre regioni. Grande attenzione è, infatti, riservata all’originalità dei manufatti, con il coinvolgimento delle associazioni degli artigiani e la presenza di diversificate categorie di prodotti a cura di Simonetta Giovene, che ha anche diretto l’allestimento all’interno delle trenta casette di legno. E tanto divertimento è assicurato dalle attrazioni e dagli spettacoli della carovana di artisti della Ghironda, Claudio e Consuelo, con il loro Carretto di Natale, il duo di zampogna e ciaramella guidato da Nico Berardi, lo spettacolo di teatro delle ombre di Silvio Gioia, l’arte circense del giocoliere Marco Neri e le stravaganze musicali della Marlonbanda.

Claudio e Consuelo 1-2

Giovedì 8 dicembre. Claudio e Consuelo in “Il carretto di Natale” (spettacolo), “Nico Berardi Duo” musica natalizia con zampogna e ciaramella (spettacolo). Piazza Libertà dalle ore 11 alle ore 21.30. Laboratorio “Il teatro delle ombre” con Silvio Gioia per bambini di età tra i 6-12 anni . Chiostro del Comune dalle ore 18.30 alle ore 20. Prenotazione obbligatoria al numero 338.2705298. Venerdì 9 dicembre continua il teatro delle ombre e “Il carretto di Natale” dalle 17 alle 20.30 in piazza Libertà.  Poi “Arcatè”, frolla creativa (laboratorio) per bambini di età 7-12 anni presso il Chiostro del Comune dalle 19 alle 20. Prenotazione obbligatoria al numero 338.2705298. Sabato 10 dicembre. Spettacolo del giocoliere Marco Neri, “Marlon Banda”: musica comica e natalizia (spettacolo). Piazza Libertà dalle 17 alle 22.30. Anita Ripa, facciamo i saponi (laboratorio), età consigliata 8-14 anni presso il Chiostro del Comune, dalle 18 alle 20. Prenotazione obbligatoria al numero 338.2705298. Domenica 11 dicembre torna lo spettacolo con Marco Neri giocoliere e con “Marlon Banda” dalle 11 alle 21.30. Laura Capra, Ricordi del mare (laboratorio) età consigliata 6-12 anni presso il Chiostro del Comune dalle 10 alle 12.30. Prenotazione obbligatoria al numero 338.2705298. 

Gli artisti. Claudio E Consuelo, Il carretto di Natale. Cantastorie cresciuti entrambi nell’ormai leggendario Cirque Bidon, precursore del «nouveau cirque», Claudio (Giri) e Consuelo (Contemo) presentano uno show natalizio nel quale interpretano due personaggi venuti da un luogo indefinito, forse la Lapponia, forse qualche altro luogo fantastico. E interagiscono con i passanti percorrendo il centro storico di Ostuni con il loro magico carretto, dal quale si diffondono musiche e si materializzano sorprese. Claudio spinge il carretto, incitato sulle salite da Consuelo. E quando trovano uno slargo, un portico, un marciapiede, una piazzetta adatta, i due artisti si fermano e dal carretto tirano fuori le loro meraviglie: canzoni di Natale per voce e sega musicale, violino e concertina, camparofono e chitarra, racconti e storie intrecciate a numeri circensi con scopa, birilli, oggetti comuni, torce infuocate per una grande festa, all’interno della quale il pubblico diventa assoluto protagonista. 

Marlon Banda-2

Nico Berardi Duo, musica natalizia con zampogna e ciaramella. Nico Berardi è considerato uno dei migliori zampognasti sulla scena mondiale. Protagonista di questa performance, in abbinamento alla ciaramella, altro strumento della tradizione popolare, è - infatti - la zampogna, della quale Berardi è uno dei maestri assoluti. E parliamo della principessa delle zampogne, quella molisana, che nel piccolo paese di Scapoli ha il suo tempio di memoria e rinnovamento. Dunque, l’esibizione di Berardi porta l’ascoltatore lontano mille miglia dagli stereotipi dei suonatori girovaghi del periodo natalizio, perché l’evoluzione tecnica e la maestria di un musicista curioso e sensibile mettono in luce un mondo d’arte e d’armonia insospettabili al profano. Silvio Gioia, teatro delle ombre, Luce e ombra. Viaggi e miraggi nati dalla magia di mani che reinventano lo spazio e il tempo trasformandosi in oggetti, paesaggi, personaggi, cose e pensieri nascosti nel cuore degli spettatori. Un itinerario visivo e sonoro indimenticabile. Comicità e poesia, per affascinare grandi e piccini, sono le coordinate dello spettacolo di Silvio Gioia, attore ed operatore teatrale con un’esperienza pluriennale nel teatro brechtiano, guidato dal regista Carlo Formigoni, con particolare predilezione per il teatro ragazzi e sociale.

Silvio Gioia-2

Marco Neri, giocoliere. Arriva con l’andatura cadenzata di un metronomo, l’abbigliamento sobrio di un impiegato uscito da casa afferrando per sbaglio i giochi del figlio, la mimica facciale che, da immobile, tradisce all’improvviso una vena di gioiosa follia. Si potrebbe pensare che sia capitato lì per caso. E, invece, no. È un professionista della giocoleria comica, approdato allo spettacolo di strada dopo un passato come portiere di hockey su pista ed educatore per handicappati. Ed è stato iniziato all’arte triviale nel 1989 dallo storico Cirque Bidon, ancora oggi trainato per la Francia e il Nord Italia solo da cavalli. Se avete un figlio o una nipote discoli, se non sopportate più l’arroganza di vostra suocera, invitateli a vedere il suo spettacolo. Marco Neri dirà e farà loro ciò che non avete mai osato chiedere e fare voi. Sarà come andare dallo psicanalista. E tornare a casa sollevati. Marlon Banda, musica comica e natalizia. La Marlon Banda nasce nel lembo di terra che separa la Romagna dall’Inghilterra, il liscio dal punk-rock, il vino rosso dalla birra. In questo luogo non meglio definito si incontrano cinque musicisti straordinari che suonano, rispettivamente, sax, tromba, fisarmonica, ukulele e batteria. Dallo scontro di civiltà musicali nasce una band fondata sull’eterno battibecco, sulla commistione, sul riarrangiamento ritmico ed armonico, sul parossismo situazionista della cultura post-contemporanea. E alla tecnica musicale viene unita la comicità giocosa e coinvolgente dei clown.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento