rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

Fusco rilancia la battaglia ambientalista

BRINDISI - Roberto Fusco ed il suo movimento "Sì Democrazia” incontrano i giornalisti per fare il bilancio del 2012 e annunciare le linee guida del nuovo anno, che rimangono le stesse di sempre: ambiente e salute. In poche parole: bonifiche, il problema Edipower, le quantità di carbone movimentato. «Dobbiamo lottare per diminuire il forte impatto dell'industria, tutelando allo stesso tempo l'occupazione».

BRINDISI - Roberto Fusco ed il suo movimento "Sì Democrazia? incontrano i giornalisti per fare il bilancio del 2012 e annunciare le linee guida del nuovo anno, che rimangono le stesse di sempre: ambiente e salute. In poche parole: bonifiche, il problema Edipower, le quantità di carbone movimentato. «Dobbiamo lottare per diminuire il forte impatto dell'industria, tutelando allo stesso tempo l'occupazione».

Per l'avvocato si tratta «di una sfida difficilissima, che richiede una forte unione tra le forze politiche e tra i cittadini». Sì Democrazia vuole "fare qualcosa di buono per la città?, rinunciando ad incarichi e poltrone: «Non partecipiamo nemmeno alle commissioni consiliari, tranne a due che riteniamo più importanti».

Questi gli argomenti su cui Fusco ed i suoi continueranno a battersi nelle prossime settimane: «Le bonifiche bloccate, la discarica Micorosa, la chimica e le torce, i danni alla salute e le malformazioni neonatali». Fusco sottolinea la piena intesa con il movimento Brindisi Bene Comune,che in Consiglio comunale è rappresentata da Riccardo Rossi: «Insieme a loro arriviamo a quasi il 15 per cento dell'elettorato cittadino, non siamo una forza così marginale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusco rilancia la battaglia ambientalista

BrindisiReport è in caricamento