Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

"Abbiamo i numeri, i centristi sono fedeli. Perciò non azzero la giunta"

Arriva nel giro di poche ore la risposta del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, alle dichiarazioni rilasciate a BrindisiReport.it dal segretario provinciale del Pd, Maurizio Bruno, il quale individuava nel trasformismo spinto di molti consiglieri comunali le difficoltà di governo e la perdita di autorevolezza dell’attuale giunta

BRINDISI – Arriva nel giro di poche ore la risposta del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, alle dichiarazioni rilasciate a BrindisiReport.it dal segretario provinciale del Pd, Maurizio Bruno, il quale individuava nel trasformismo spinto di molti consiglieri comunali le difficoltà di governo e la perdita di autorevolezza dell’attuale giunta, chiedendone perciò l’azzeramento totale per affrontare e realizzare i dieci obiettivi programmatici annunciato dallo stesso primo cittadino. Tra l’altro, Bruno individuava una debolezza dell’attuale coalizione nella frammentazione degli alleati di centro del Pd.

“ Ho letto le dichiarazioni del segretario provinciale del Pd Maurizio Bruno in riferimento alla situazione politico-amministrativa della città di Brindisi. Ho già detto più volte che non intendo più intervenire sull’argomento fino a quando non sarà completato un chiarimento con il partito. E’ necessario, in ogni caso, fare alcune precisazioni. Partiamo dalla composizione della coalizione di governo della città: la presenza di numerose liste civiche è frutto della crisi dei partiti che va ben oltre i confini di Brindisi visto che si estende a livello nazionale”, dice Consales.

Maurizio BrunoMa tutto questo non ha inciso e non incide sulla tenuta e sulla determinazione dell’alleanza al Comune di Brindisi: “Ciò nonostante, così come emerso anche durante le recenti conferenze dei capigruppo di maggioranza, l’amministrazione ha i numeri  per governare, grazie ad una intesa che si fonda su aspetti programmatici relativi a questo ultimo scorcio di legislatura. Un sostegno leale che riguarda tutti e quindi anche i consiglieri centristi che in questi anni si sono dimostrati tra i più affidabili e coerenti”.

Difesa dei centristi, rapporti leali all’interno della maggioranza, quindi non è percorribile, per Consales, la strada dell’azzeramento della giunta perché dovrebbe scaturire da una decisione collettiva: “Quanto all’azzeramento della giunta, Bruno sa bene che non è una ipotesi perseguibile in quanto impegna anche tutti i partner di governo su cui certamente un singolo partito politico non può imporre le proprie scelte”.

Ma alla fine deciderà il partito: “In ogni caso, come giustamente dice Bruno, spetta al Pd della città di Brindisi decidere cosa fare dopo aver ascoltato sindaco e assessori. Sono convinto che il confronto in atto servirà a chiarire a tutti il percorso che intendiamo seguire per traguardare altri risultati importanti per la città di Brindisi. E non sarà necessario creare avvicendamenti nell’esecutivo che sortirebbero l’unico risultato di disperdere altre energie”. Consales insomma, dà per scontato l’esito della consultazione interna al Partito democratico: un altro disco verde per lui, che resta autosospeso dal Pd, anche per volontà della segreteria provinciale che considera non opportuno da parte del sindaco rivedere tale decisione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Abbiamo i numeri, i centristi sono fedeli. Perciò non azzero la giunta"

BrindisiReport è in caricamento