Carovigno, il sindaco Lanzillotti azzera la Giunta: contrasti con il Pd

La decisione ufficializzata venerdì a cavallo tra le dimissioni dell'assessore al Turismo e il Consiglio comunale

Il sindaco di Carovigno Massimo Lanzillotti

CAROVIGNO - Stop agli assessori. Tutti. A Carovigno il sindaco, Massimo Lanzillotti, ha deciso di azzerare la Giunta nel tentativo di sanare i punti di contrasti con alcune forze politiche della coalizione. Tensioni che vanno avanti da tempo e che solo lo scorso venerdì hanno portato il primo cittadino a mettere il punto con l'obiettivo di riprendere l'azione amministrativa con maggiore incisività.

L'atto con il quale vengono azzerate le deleghe a tutti gli assessori è stato protocollato venerdì sera, dopo una riflessione "attenta avvenuta a cavallo tra le dimissioni dell'ormai ex titolare del Turismo, Antonella La Camera e il Partito democratico cittadino, e il consiglio comunale che si è svolto giovedì.

Lo stand-by deciso dal sindaco dovrebbe restare per alcuni giorni. Secondo indiscrezioni il nuovo esecutivo, risultato di un accordo tra le forze e i partiti di maggioranza, potrebbe essere ufficializzato entro la metà della prossima settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Bomba, svincoli chiusi e percorsi obbligatori: così cambierà la viabilità

Torna su
BrindisiReport è in caricamento