Politica

Comune, Impegno sociale ricorre al Tar: “A noi il sesto consigliere”

Carmelo Palazzo: "Mancano voti", dice con riferimento all'ingresso di Pietro Santoro, ex Fi. Gli indipendenti Luperti, Rollo in gruppo con Ribezzi si accreditano in Assise con la maggioranza Carluccio: possibile ingresso in Giunta come vice sindaca per l'ex assessore Pd, ai Servizi sociali. In tal caso Santoro entrerebbe comunque in Consiglio

Carmelo Palazzo e gli ormai ex alleati

BRINDISI – Non demorde Carmelo Palazzo di Impegno sociale: dopo la dichiarazione di guerra alla maggioranza dei moderati che sostiene la sindaca Angela Carluccio, è pronto all’offensiva legale davanti al Tar per chiedere il sesto consigliere per la sua lista.  Perché c’è qualcosa che non torna ed è rimasto fuori dalle Assise Pietro Santoro, ex coordinatore cittadino di Fi.

Pietro Santoro“Mancano voti e non ne capisco il motivo”, dice Palazzo ormai alla testa della rivoluzione interna a Palazzo di città. “Non sono state riconosciute diverse preferenze e questo penalizza la lista e chi, al momento è il primo dei non eletti”, spiega. “Noi le nostre verifiche le abbiamo fatte partendo dai conteggi tenuti dai rappresentanti di lista e continuano a sostenere quello che abbiamo detto sin da subito e cioè che non è possibile fare altro che presentare ricorso al Tar”. Il sesto consigliere per Impegno sociale, se effettivamente riconosciuto, andrebbe a penalizzare i Conservatori e Riformisti che perderebbero Consilia Tau, la quinta proclamata eletta in Assise con 183 preferenze.

Santoro è fuori dal Consiglio, dopo la proclamazione degli eletti che ha portato a riconoscere al candidato 262 preferenze, con cifra individuale pari a 3580, dopo Pasquale Luperti con 815 preferenze ((4133 cifra individuale); Gianpaolo D’Onofrio, 414 (3732); Carmelo Palazzo, 293 (3611); Maria Rollo, detta Marika, 276 (3594) e Antonio Manfreda, 270 (3588). E’ rimasto fuori anche Antonino Monetti, ex assessore all’Ecologia della precedente Amministrazione di centrosinistra, espressione del Partito democratico così come Luperti, titolare dell’Urbanistica e Rollo, chiamata in prima battuta ai Servizi sociali.

E’ ormai storia nota che il Pd abbia espulso tutti coloro i quali si sono candidati in altre liste. La storia attuale racconta che Luperti e Rollo abbiano, a loro volta, rotto con Palazzo e si siano dichiarati indipendenti da Impegno sociale, la lista risultata la più suffragata della coalizione, per restare fedeli alla sindaca Angela Carluccio.

Lungo la loro strada hanno incontrato il consigliere proclamato eletto Umberto Ribezzi, ex Pd, candidato nella lista dei Democratici per Brindisi imbastita da Luciano Loiacono e da Salvatore Brigante, ex Pd pure loro. Anche Ribezzi ha “rotto” con i suoi, fermo restando la fedeltà alla sindaca, perché Loiacono non lo avrebbe coinvolto al momento delle trattative per la formazione della Giunta. I tre indipendenti ufficializzeranno la costituzione di un gruppo in Consiglio comunale in seno ai moderati, a sostegno di Angela Carluccio, e in conseguenza di tale accredito hanno maturato il diritto a entrare in Giunta. Con chi? Non con Luperti, visto che a dispetto delle preferenze raccolte, l’ex assessore ha sempre detto di non voler alcun posto nell’esecutivo, né tanto meno con Ribezzi che alla squadra di governo aveva pensato ma non in prima persona dal momento che aveva fatto il nome di Vito Camassa. Per esclusione, quindi, resta Marika Rollo a questo punto in diritto di ricoprire l’incarico di vice sindaca, in continuità con la declinazione al femminile scelta dai moderati, con delega ai Servizi sociali, materia della quale si è già occupata e che adesso è rimasta nelle mani di Angela Carluccio.

rollo marika pasquale luperti e angela carluccio-2Nel caso in cui Rollo dovesse essere nominata assessore, Pietro Santoro entrerebbe in Consiglio comunale essendo il primo dei non eletti. Il che sarebbe un bel problema, visto che è con Palazzo, in guerra con la sindaca. Scherzi della politica (nella foto accanto Marika Rollo, Pasquale Luperti e Angela Carluccio). Rischio da calcolare.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, Impegno sociale ricorre al Tar: “A noi il sesto consigliere”

BrindisiReport è in caricamento