Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

A Brindisi Cinque Stelle primi, recordman Guadalupi con 851 voti

Grillini al 13,54 per cento, seguiti da Pd, Bbc e lista Marino. Impegno sociale resiste: Luperti 815 preferenze Monetti 254. Flores 817, Quarta di Brindisi popolare 754, Elefante 673, D'Attis 556, Loiacono 527, Brigante 405. Ecco i più suffragati e chi resta fuori dal Consiglio

BRINDISI – Grillini primi a Brindisi città, in scia con le regionali dello scorso anno: il Movimento 5 Stelle è arrivato al 13,54 per cento nel capoluogo, lasciando indietro il Pd che è si è fermato al 10,92 al termine della corsa elettorale di domenica che ha visto come terza forza Brindisi Bene Comune con il 7,69.

Pietro Guadalupi-3C’è il nuovo che vuole avanzare a Brindisi e che chiede il cambiamento che significa pagina da voltare, ma c’è anche un ritorno di ex assessori e consiglieri comunali, inquilini uscenti di Palazzo di città, ricandidati tanto nel centrosinistra che al centro, sia pure con i dovuti distinguo espressi dalle nuove sigle di appartenenza, altrimenti dette casacche indossate prima di scendere in campo in una corsa che non è ancora finita per l’elezione del sindaco. E che, di conseguenza, vedrà gli stessi aspiranti consiglieri di nuovo al lavoro, tra i quali è già possibile affermare con certezza chi torna e chi, al contrario, non ce l’ha fatta.

Guardando alle preferenze personali, il record spetta a Pietro Guadalupi dei CoR, già candidato alle primarie per i moderati: ha raccolto 851 voti il più giovane dei riconfermati, vice presidente del Consiglio uscente, andando a scavalcare Pasquale Luperti, ex assessore all’Urbanistica che ha condotto una campagna a colpi di foto su Fb, collezionando 815 preferenze.  Luperti, questa volta, è stato superato per due soli voti da Damiano Flores, ritornato in politica con il Pd: ha ottenuto 817 preferenze. Come si spiega il seguito dalle dimensioni maxi? “Con contatti personali”, spiega Guadalupi che non nasconde l’incredulità. “Io stesso non me lo aspettavo”. Da Tuturano, dove risiede, è andato come avanti come un treno rispetto al 2012, quando totalizzò 392 voti.

Il gruppo degli inseguitori è capeggiato da Gianluca Quarta di Brindisi Popolare, amministratore unico delle Farmacie comunali, incarico che dovrà lasciare per entrare in Assise: 754 voti. Dopo di lui Antonio Elefante, consigliere uscente del Pd, unico a essere riconfermato in lista, con 673 preferenze. Over cinquecento: Mauro D’Attis capolista di Fi con 556, Luciano Loiacono ex Pd e presidente delle Assise con 527 voti raccolti per i Democratici per Brindisi.

LE PREFERENZE SI TUTTI I CANDIDATI CONSIGLIERIPreferenze amministrative 2016-2

Quattrocento voti e oltre per: Maurizio Colella di Democratici per Brindisi ex Progettiamo Brindisi di Consales con 479; Francesco Renna, ex Pri, ora Pd 467; Teodoro Pierri di Brindisi Popolare 458; Rubina Riggiero di Bbc con 441, Giuseppe Cellie di Bbc con 436; Francesca Capozziello di Fi (moglie di Massimiliano Oggiano che ha mollato CoR e Raffaele Fitto ritenendo impensabile correre con gli ex di Mimmo Consales) con 414; Miki Di Donna di Cor 406 (figlio dell’ex An Nicola); Antonio Pisanelli, consigliere uscente, ex Fli, ora Udc, 406; Salvatore Brigante ex capogruppo del Pd candidato ora in Democratici per Brindisi 405.

Sotto i quattrocento: Giampaolo D’Onofrio di Impegno sociale con 413; Antonio Nozzi Pd 387;  Raffaele De Maria di CoR, già assessore alle Attività produttive 355, Umberto Ribezzo ex Pd ora Democratici per Brindisi 335; Sergio Angelelli di Cantiere Giovani 336; Antonio D’Autilia, ex Fi, Brindisi Popolare, 397; Cosimo Elmo ex Fi, ora Brindisi Popolare, 378; Francesco Cannalire, ex Api, ex assessore alla Programmazione economica, ora Pd 369; Rino Scarano, ex Fi, ex assessore alla Pubblica istruzione, ora lista Nando Marino 345; Rino Giannace, uscente, ex progettiamo Brindisi, ora Udc, 342; Ferruccio Di Noi, ex consigliere di Sviluppo e lavoro ora lista Nando Marino, 326; Giampiero Pennetta, ex Movimento Salento, ora Brindisi Popolare, 334.

Sotto i trecento: Carmelo Palazzo di Impegno sociale, uscente, a 293; Patrizia Bove di Nando Marino sindaco 293; Luigi Sergi per i Democratici per Brindisi 285; Damiano Mevoli, Pd 280; Marika Rollo ex Pd, ex assessore ai Servizi sociale, 276;; Giuseppe De Maria, ex assessore alle Attività produttive, Udc, 289; Giampiero Campo di Noi Centro con 279; Antonio Manfreda, Impegno sociale, ex assessore ai Servizi sociali 268; Anna Maria Conversano lista Nando marino 263; Sandro Antonino lista Nando Marino 287; Francesca Argese Udc 278;Antonio Monetti, Impegno sociale, ex Pd, ex assessore all’Ambiente, 254; Pietro Santoro ex coordinatore cittadino di Fi, ora Impegno sociale, 262; Paola Baldassarre, ex vice sindaco di Consales, ora Pd, 254.

E ancora, Livia Antonucci ex An, già consigliere comunale, ora Udc 248; Alfredo Sterpini, Impegno sociale, ex assessore ai Servizi sociale, 245; Giampiero Epifani di Noi Centro, uscente, 237; con Cesare Mevoli di Fratelli d’Italia già assessore con Domenico Mennitti 226; Vito Gloria ora Rinasce Brindisi, ex Sel, 274; Antonio Giunta, ex Progettiamo Brindisi, ex Idv, ex assessore allo Sport, ora La Puglia in Più 229; Nicola Frugis, ex presidente Provincia, ex Fi, 225; Lino Ostuni, ex dirigente Anagrafe del Comune, Udc, 224; Paola Chiantera, ex Udc, già vice sindaco con Mennitti, ora lista Nando Marino, 204; Claudia Zezza La Puglia in Più 203; Enzo Albano da sempre nel Pd 179; Massimo Pagliara ex consigliere, ex Centro democratico, ora Udc, 193. Quanto ai candidati consiglieri dei Cinque stelle nessuno ha superato quota 400; Tiziana Motolese 307, Vincenzo Giorgino 280.

Con Nando Marino sindaco, il consiglio avrebbe la seguente composizione: 

MAGGIORANZA

Pd, sei seggi: Damiano Flores, Antonio Elefante, Francesco Renna, Antonio Nozzi, Francesco Cannalire, Rossella Gentile

Nando Marino Sindaco, quattro seggi: Rino Scarano, Ferruccio Di Noi, Patrizia Bove, Sandro Antonino

Brindisi Popolare, tre seggi: Gianluca Quarta Quarta, Teodoro  Pierri, Antonio D'Autilia

Udc, due  seggi: Antonio Pisanelli e Rino Giannace

Rinasce Brindisi, due seggi: Cristian Saponaro e Vito Gloria

Cantieri giovani, un seggio: Sergio Angelelli

La Puglia in più, un seggio: Antonio Giunta.

OPPOSIZIONE

Candidati sindaco: Angela Carluccio, Stefano Alparone, Riccardo Rossi e Nicola Massari

M5S, tre  seggi: Elena Giglio, Ilaria Riccardi, Tiziana Motolese

Impegno sociale, un seggio: Pasquale Luperti

Cor, un seggio: Pietro Guadalupi

Democratici per Brindisi, un seggio: Luciano Loiacono

Noi centro, un seggio: Tiziana Martucci

Bbc, un seggio: Rubina Ruggiero

Forza Italia, un seggio: Mauro D'Attis.

Con Angela Carluccio sindaca:

MAGGIORANZA

Impegno sociale, cinque seggi: Pasquale Luperti, Gianpaolo D'Onofrio, Carmelo Palazzo, Marika Rollo, Antonio Manfreda

Cor, cinque seggi: Pietro Guadalupi, Miki Di Donna, Raffaele De Maria, Siliberto e Tilde Tau

Democratici per Brindisi, quattro seggi: Luciano Loiacono, Maurizio Colella, Salvatore Brigante, Umberto Ribezzi

Noi Centro, tre seggi: Martucci Tiziana, Gianpiero Campo, Marco Stasi

Brindisi prima di tutto, due seggi: Iolanda Guadalupi, Emanuela Napolitano

OPPOSIZIONE

Candidati sindaco: Nando Marino, Alparone, Rossi e Massari 

M5S, tre seggi: Elena Giglio, Ilaria Riccardi, Tiziana Motolese

Pd, due seggi: Damiano Flores, Antonio Elefante

Nando Marino sindaco, un seggio: Rino Scarano

Brindisi Popolate, un seggio: Gianluca Quarta

Udc, un seggio: Antonio Pisanelli

Bbc, un seggio: Rubina Ruggiero

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Brindisi Cinque Stelle primi, recordman Guadalupi con 851 voti

BrindisiReport è in caricamento