Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Schittulli si sgancia dallo scontro in Forza Italia e parte da solo

Mantiene la parola, il professor Francesco Schittulli, e si sgancia almeno per il momento dai conflitti di Forza Italia, chiama a raccolta le forze e i movimenti dell'area di centrodestra e comincia la sua campagna elettorale senza aspettare più nessuno

BARI - Mantiene la parola, il professor Francesco Schittulli, e si sgancia almeno per il momento dai conflitti di Forza Italia, chiama a raccolta le forze e i movimenti dell'area di centrodestra e comincia la sua campagna elettorale senza aspettare più nessuno. "Come avevo a più riprese preannunciato, per me oggi prosegue con un nuovo slancio la campagna elettorale per rispondere alle speranze ed alle attese delle elettrici e degli elettori della Puglia. Questa Regione merita di più e di meglio rispetto alla ormai decennale malagestione della sinistra", ha annunciato Schittulli.

"Rilevando che Forza Italia non ha ancora aderito alla mia - ragionevole - impostazione definita unicamente nell'interesse di tutti, la mia campagna elettorale continua con le forze politiche e movimenti che invece l'hanno condivisa. Ringraziandoli per la fiducia concordatami li invito alla mobilitazione al fine di costruire unitariamente la vittoria della competizione elettorale. Le polemiche romane - ribadisce Schittulli - non possono e non devono ripercuotersi sulla mia e nostra amata Puglia. Da oggi si parte con chi si è messo in condizione di esserci. Spero vivamente che tutti gli altri facciano altrettanto, secondo quanto ci chiedono i pugliesi". Ora si attendono le decisioni di Berlusconi.

Ha risposto subito il commissario regionale di Forza Italia, Luigi Vitali: "Forza Italia è stato il primo partito a rispondere a Francesco Schittulli dando la propria disponibilità, da subito e senza condizioni, a sostenerlo fino alla vittoria finale. L'ho detto e ribadito in più comunicati stampa e interventi pubblicati e trasmessi da giornali, siti, radio e tv. Ho assicurato che a suo sostegno avremmo costituito una lista estremamente competitiva, e intendiamo proseguire su questa linea, senza tentennamenti, con Francesco Schittulli e i nostri alleati".

Ma Schiuttili ha replicato seccamente: "Mi spiace che l'onorevole Vitali continui a far finta di non capire! Io sono stato piu' che chiaro e vado avanti con la mia campagna elettorale". Insomma, la soluzione del problema non è più in Puglia, ma a Roma. Tanto più che la fronda nei confronti di Vitali si estende. A Ceglie Messapica i "ribelli" locali hanno celebrato il loro congresso malgrado i veti, ed hanno nominato commissario cittadino il deputato fittiano Nicola Ciracì, uno dei più attivi al fianco dell'eurodeputato che guida i "ricostruttori".

"Si è svolto regolarmente il Congresso cittadino autoconvocato di Ceglie Messapica che ha eletto all'unanimità l'on. Nicola Ciracì nuovo coordinatore cittadino. Al Congresso hanno partecipato tutti gli iscritti come da elenco ufficiale dell'Ufficio Nazionale Soci, tutti i consiglieri comunali e gli iscritti del Club Forza Silvio. Hanno portato il loro saluto i rappresentanti di Udc, Fratelli d'Italia, Laboratorio Perrino e Associazione 72013. La mozione congressuale ha sancito ufficialmente l'appoggio incondizionato alla candidatura a sindaco del dott. Angelo Maria Perrino, ha ribadito la iinesistenza dei commissariamenti cittadini del partito effettuati da Luigi Vitali in quanto in netta violazione dello Statuto e ha dato mandato al neo coordinatore cittadino di intraprendere tutte le strade per difendere la storia, i valori e il simbolo d Forza Italia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schittulli si sgancia dallo scontro in Forza Italia e parte da solo

BrindisiReport è in caricamento