Politica

A San Pancrazio plebiscito per Ripa, a Cisternino vince Convertini

Il sindaco riconfermato con il 73,62 per cento: "Coalizione e programma credibili, coraggio nel contestare i rifiuti, onore ai grillini". Il neo primo cittadino: "Ha prevalso il cambiamento sui badanti della politica". Gli assessori tra 15 giorni

BRINDISI – Plebiscito a San Pancrazio Salentino per il sindaco uscente Salvatore Ripa a alla testa di una coalizione di centrosinistra, con a capo il Pd, che raggiunge quota 73,62 per cento, mentre a Cisternino le forze di sinistra che speravano di restare con Donato Baccaro hanno subito uno stop per mano di Luca Convertini espressione di una lista civica, arrivato al 56,01.

Ripa è il primo cittadino più suffragato del Brindisino e probabilmente d’Italia, nella tornata elettorale versione 2016: “Non mi aspettavo questa percentuale, ma ho sempre creduto nella validità del progetto che si pone in continuità con quanto già fatto”, dice al telefono dal Municipio, dove sono state contate 4124 preferenze. “Gli elettori hanno premiato l’impegno, la lealtà e il coraggio, come quello dimostrato nella gestione del settore rifiuti, nei giorni delle emergenze con gli impianti saturi”, prosegue. “Coraggio hanno dimostrato i grillini che per la prima volta hanno partecipato alla competizione e a cui spetta l’opposizione che con Vito Schito mi auguro sia costruttiva, per cui a loro va l’onore delle armi”. L’esponente dei Cinque Stelle ha totalizzato 1.477 preferenze, pari al 26,37 per cento.

A San Pancrazio Salentino entrano in Consiglio per la maggioranza: Michele Gianfranco Barbuzzi con 609 preferenze, Patrizia Cavallone 575, Anna Maria Faggiano 496, Raffaella Rucco 480,  Edmondo Moscatelli 459,  Carmine De Lorenzo 429, Antonio Trevisi 415, Maria Antonietta De Lorenzo 339, Pino Gennaro 272, Milena Savina 254, Giovanni Miglietta 242. Opposizione: Vito Schito, Giovanni Zizzo 187, Ruccardo Quaranta 183, Antonio Lupo 152, Oronzo Scraciglia 117.

A Cisternino, invece, nessuna continuità amministrativa dopo la vittoria di Luca Convertini della lista Noi Cisternino, con il 56,01 per cento, per un totale di 4162 preferenze: “Gli elettori hanno scelto di svoltare e hanno premiato il cambiamento dopo le chiacchiere e, alcune volte, dopo le violenze usate da alcuni. Nulla di tutto ciò ha sortito effetto, così come si sono dimostrati fallimentari i badanti della politica”. L’uscente Baccaro è rimasto fermo al 38,34 per cento, con 2849 schede, espressione del gruppo di centrosinistra con Pd, Sel e centristi secondo la vecchia formula del Laboratorio.

A Cisternino il consiglio comunale risulta così composto: Grazia Zizzi 653 preferenze, Marilena Semeraro 651, Maria Zigrino 512, Mario Saponaro 481, Giampiero Bennardi 473, Giovanna Curci 484, Tiziana Pepe 435, Stefano Guarini 411, Angelo Semeraro 356 e Antonio D’Errico 307. L’opposizione: Donato Baccaro, Lorenzo Perrini con 424, Aurora Grassi 417, Antonella Baccaro 400 e Vito Zizzi 294. Sia a Cisternino che a San Pancrazio, i nomi degli assessori arriveranno non prima di due settimane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Pancrazio plebiscito per Ripa, a Cisternino vince Convertini

BrindisiReport è in caricamento