Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

A Latiano solo 26 voti fra il secondo e il terzo. I dati definitivi di Oria e Mesagne

A Latiano, Mesagne e Oria si tornerà alle urne il prossimo 14 giugno per eleggere i rispettivi sindaci, attraverso la formula dei ballottaggi. La bagarre più avvincente è stata quella di Latiano, dove in tre hanno dato vita a una sfida all'ultimo respiro, andata avanti fino a notte fonda

A Latiano, Mesagne e Oria si tornerà alle urne il prossimo 14 giugno per eleggere i rispettivi sindaci, attraverso la formula dei ballottaggi. La bagarre più avvincente è stata quella di Latiano, dove in tre hanno dato vita a una sfida all’ultimo respiro, andata avanti fino a notte fonda.

Il più suffragato è stato Claudio Ruggiero (coalizione di centrodestra con una lista civica collegata a Forza Italia e il movimento Schittulli), con 2851 voti, pari al 30,63 per cento. Ha preso 102 voti in meno (2639, pari al 28,35 per cento) Cosimo Maiorano (coalizione con liste civiche di sinistra). Quest’ultimo ha avuto la meglio sul sindaco uscente Antonio De Giorgi (coalizione di centrosinistra appoggiata da Pd) per un’inezia: appena 26 schede (De Giorgi si è fermato a 2613 voti, pari al 28,07 per cento). Staccati, poi: Giovanni Guarini (Movimento 5 stelle), 997 voti, pari al 10,71 per cento; Ileana Di Coste (lista civica Ileana Di Coste), 207 voti, pari al 2,22 per cento.

I RISULTATI DI LATIANO

A Mesagne e Oria, invece, la situazione si è delineata in maniera cristallina fin dai primi spogli. Nel primo comune, il più votato è stato Pompeo Molfetta (coalizione di centrosinistra appoggiata da 6 liste): 7177 voti, pari al 45,01 per cento. Andrà al ballottaggio con Francesco Mingolla detto Ninni (schieramento di centrosinistra appoggiato dal Pd), che ha conquistato 4285 voti, pari al 26,87 per cento. Seguono: Danilo Facecchia (Movimento 5 stelle), 1097 voti, pari al 6,88 per cento; Sabrina Didonfrancesco (Forza Italia e Noi con Salvini), 867 voti, pari al 5,44 per cento; Emilio Roberto Guarini, 2519 voti, pari al 15,80 per cento.

I RISULTATI DI MESAGNE

A Oria, infine, sarà ballottaggio fra Cosimo Ferretti e Maria Lucia Carone. Ferretti (coalizione di centrodestra sostenuta da Forza Italia, Udc e Fratelli d’Italia), è stato votato da 4541 oritani, con percentuale del 47,08 per cento. La Carone (coalizione di centrosinistra con 4 liste civiche) ha ottenuto 3346 voti, pari al 34,69 per cento. Decisamente più staccati: Cosimo Pomarico (Nuovo centrodestra e lista civica Movimento autonomo sociale), 614 voti, pari al 6,36 per cento); Raffaelel Pesce (Movimento 5 stelle), 595 voti, pari al 6,16 per cento; Claudio Zanzarelli 8Pd), 548 voti, pari al 5,68 per cento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Latiano solo 26 voti fra il secondo e il terzo. I dati definitivi di Oria e Mesagne

BrindisiReport è in caricamento