rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Aeroporti, Cannalire (Api): "Un'area per la breve fermata dei passeggeri"

BRINDISI – Il consigliere comunale dell’Api Francesco Cannalire ha rivolto un’interrogazione consiliare al sindaco di Brindisi Domenico Mennitti affinché venga stabilito “un minimo di parità tra i due maggiori scali della Regione, il “Karol Wojtyla” di Bari e l’aeroporto del Salento di Brindisi”.

BRINDISI - Il consigliere comunale dell'Api Francesco Cannalire ha rivolto un'interrogazione consiliare al sindaco di Brindisi Domenico Mennitti affinché venga stabilito "un minimo di parità tra i due maggiori scali della Regione, il "Karol Wojtyla" di Bari e l'aeroporto del Salento di Brindisi".

Secondo Cannalire, la notizia di un ulteriore aumento a due cifre percentuali del traffico passeggeri e l'istituzione di nuove tratte di collegamento con diverse città italiane ed europee consolida la leadership dello scalo brindisino nel Salento, a notevole vantaggio di Brindisi. "Con rammarico devo però segnalare - osserva Cannalire - il continuo disagio che tali passeggeri avvertono quando una volta giunti nell'area antistante l'aeroporto non hanno la possibilità di fermarsi il tempo necessario per il carico-scarico dei bagagli perché non esiste un'area che consenta la breve fermata e quindi sono costretti o a parcheggiare a titolo oneroso negli spazi preposti, o a ripiegare per un parcheggio gratuito, per di più a servizio dei pellegrini, nei pressi della chiesa S. Maria del Casale che dista più di 200 metri. La cosa che però mi preme segnalare è l'inaccettabile disparità che la società Aeroporti di Puglia riserva al nostro scalo a differenza di quello di Bari: infatti nello scalo barese è stata istituita un'area per la breve fermata riservata a chi ha necessità di raggiungere il terminal con l'auto per accompagnare o recuperare conoscenti e direttamente per il carico-scarico dei bagagli, limitandone l'ingresso, gratuito, per venti minuti estendibili di altri venti in caso di ritardo del volo. Sicuramente un modo civile di venire incontro alle esigenze dei passeggeri e di chi li accompagna. Sia chiaro che non è in alcun modo mia intenzione giustificare chi si è reso protagonista di atti di inciviltà con parcheggi selvaggi nell'area antistante lo scalo, però, senza polemica s'intende, ho considerato un po' eccessivo l'intervento dei vigili urbani e del carro attrezzi che sicuramente ha solo contribuito alla repressione e non alla risoluzione del problema".

Cannalire chiede al sindaco "di farsi portavoce presso Aeroporti di Puglia di questa doglianza in modo che possano valutare la possibilità di istituire la medesima area anche nello scalo brindisino così da consentire la breve fermata ai passeggeri a cui si risparmierebbe, in giornate non estive per esempio, il disagio di percorrere centinaia di metri per raggiungere o lasciare il terminal".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti, Cannalire (Api): "Un'area per la breve fermata dei passeggeri"

BrindisiReport è in caricamento