menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angela Carluccio subito dopo l'elezione a sindaco

Angela Carluccio subito dopo l'elezione a sindaco

La Carluccio sindaco per 626 voti. Fasano torna al centrosinistra

Risultato del primo turno ribaltato, a Brindisi e Fasano: vincono i due candidati che inseguivano, Angela Carluccio nel capoluogo, Francesco Zaccaria nella Città della Selva. A Fasano la città torna dopo parecchi anni al centrosinistra

Articolo in aggiornamento continuo

Risultato del primo turno ribaltato, a Brindisi e Fasano: vincono i due candidati che inseguivano, Angela Carluccio nel capoluogo, Francesco Zaccaria nella Città della Selva. A Fasano la città torna dopo parecchi anni al centrosinistra, dopo che le ultime due maggioranze guidate da Lello Di Bari erano rimaste imballate dai contrasti interni. A Brindisi, senza tema di smentite, la città invece torna di fatto ad una maggioranza identica per gli uomini che la rappresentano, a quella caduta mesi fa dopo l'arresto del sindaco Consales. 

Festeggiano i sostenitori della Carluccio-2

I dati. A Brindisi, 80 sezioni su 80, Angrela Carluccio vince con il 51,13 per cento e 14.768 voti. Nando Marino, centrosinistra, 14.142 voti e il 48,87 per cento. La differenza è di soli 626 voti. Al primo turno marino aveva ottenuto il 32,07 contro il 24,61 della Carluccio. A Fasano con 53,60 Francesco Zaccaria strappa la città al centrodestra, ottenendo 10.647 voti. Giacomo Rosato, uscito dalla precedente maggioranza e a capo di un gruppo di liste civiche di centro, si è fermato al 46,40 per cento con 9.216 voti. Al primo turno, Zaccaria aveva ottenuto il 25,05 e Rosato il 32,63.

I sostenitori dei due candidati hanno seguito in tempo reale le operazioni di spoglio dai rispettivi comitati elettorali (in via Saponea quello di Marino, in corso Roma, nei pressi dell’incrocio con via Conserva, quello della Carluccio). Intorno alla mezzanotte, con metà delle sezione scrutinate, l’andamento dello scrutinio ha cominciato a prendere una piega ben precisa, con la Carluccio che acquisiva un gap divenuto poi incolmabile. Quando ha cominciato a maturare la consapevolezza della sconfitta, fra i supporter di Marino si è fatto largo lo scoramento.

L'abbraccio fra massimo Ferrarese e Marcello Rollo-2

In corso Roma, invece, iniziava la festa. Man mano che le notizie provenienti dai seggi confermavano la supremazia della Carluccio, verso il comitato si riversavano alla spicciolata alcuni volti noti della vecchia amministrazione, fra cui Pasquale Luperti, Salvatore Brigante, Antonio Monetti, Luciano Loiacono, Pietro Guadalupi (all’opposizione nella precedente consiliatura) e l’ex sindaco Mimmo Consales, che ha chiarito ai giornalisti di essersi recato lì da privato cittadino. All’esterno di un comitato sempre più gemito venivano intonati cori da stadio e le macchine sfilavano facendo risuonare i clacson.

L’auto con a bordo la prima sindaca nella storia di Brindisi, accompagnata dal marito, è arrivata intorno all’una. Il primo abbraccio è stato quello con il padre Bruno. L’avvocatessa ha fatto fatica a farsi strada fra due ali di folla, sommersa dal calore dei suoi fan. Una volta varcata la soglia del comitato, dove ha abbracciato anche il presidente del consorzio Asi, Marcello Rollo, e l’ex presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, la Carluccio ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da sindaca.

IMG_8152-2

“Probabilmente qualcuno mi ha votato – dichiara la Carluccio - perché sono donna, ma questo mi fa piacere. Sono convita e credo nelle capacità di tutte le donne che decidono di cimentarsi in un impegno. Con massima responsabilità affronterò questo compito che mi è stato dato dai cittadini”.  

A proposito della bassa affluenza alle urne, la Carluccio spiega che adesso si dovrà “lavorare per riavvicinare alla politica tutte quelle persone che in questa tornata non hanno fatto la loro scelta o hanno fatto una scelta differente”. “Spero di poter dimostrare – prosegue la Carluccio - che verso la politica si può avere un approccio differente. Abbiamo fatto una intera campagna elettorale basandoci su alcuni criteri fondamentali: quelli dell’onestà, della trasparenza, del rispetto delle regole. Queste saranno le direttrici della nostra azione amministrativa. E’ anche per questo che abbiamo cercato la collaborazione con il notaio Errico. Vogliamo garantire il rispetto di questi principi rispetto all’attività amministrativa”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: superata quota 6mila decessi, contagi in aumento

  • Sport

    Happy Casa a corto di energie: Sassari passa al PalaPentassuglia

  • Politica

    Piano urbanistico generale, cubature da rivedere al ribasso

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento