rotate-mobile
Politica

Alla Camera rissa sfiorata Matarrelli-Buonanno

ROMA – Nel giorno in cui Guido Barilla e la sua azienda finiscono sotto accusa per le dichiarazioni contro gli spot con i gay, il deputato mesagnese di Sel Antonio Matarrelli ha rischiato di essere aggredito in aula da un leghista per aver difeso un collega omosessuale.

ROMA - Nel giorno in cui Guido Barilla e la sua azienda finiscono sotto accusa per le dichiarazioni contro gli spot con i gay, il deputato mesagnese di Sel Antonio Matarrelli ha rischiato di essere aggredito in aula da un leghista per aver difeso un collega omosessuale.

L'episodio è stato raccontato dallo stesso Matarrelli sul suo profilo Facebook. "Il cosiddetto onorevole Buonanno, leghista provocatore e omofobo, non merita la mia considerazione; però fatemi raccontare. Durante l'intervento del mio collega e amico Alessandro Zan, omosessuale dichiarato e valoroso attivista per i diritti delle persone Lgbt, Buonanno posa un finocchio sul banco".

"Mi affretto a rimuoverlo e segnalo l'accaduto al vicepresidente di turno della Camera Baldelli, già noto alle cronache per la sua presunta abilità nelle imitazioni di personaggi famosi. Questi ignora la mia esortazione ad una censura formale dell'ignobile gesto del leghista, e anzi se la ridacchia. 'Vergognati', gli dico con poco garbo, lo ammetto".

Il seguito è quasi una rissa: "Lui, ben lontano da me, dà di matto, urla, strepita, batte i piedi imprecando e minacciandomi. Per (sua) fortuna intervengono i commessi, alcuni lo cingono per calmarlo, altri mi chiedono di soprassedere, di ignorarlo. L'ho fatto, lo farò anche per le prossime volte...". Alla fine Matarrelli la prende a ridere: "Buonanno deve essere letteralmente sparito perché, conclusa la seduta di oggi, mi aggiro per il Transatlantico e non lo vedo. Deve aver fiutato una brutta aria, il tipo...".

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Camera rissa sfiorata Matarrelli-Buonanno

BrindisiReport è in caricamento