menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appello di Rossi al "64 per cento di brindisini che non ha votato Cavalera"

Video messaggio su Facebook del candidato sindaco della sinistra per evitare il ritorno al Comune dei soliti noti

BRINDISI – Riccardo Rossi anticipa sui social una parte importante dell’appello finale agli elettori brindisini, e si rivolge a “quel 64 per cento che non ha votato Cavalera al primo turno”. Il candidato di Brindisi Bene Comune, Pd, Liberi e Uguali e Ora Tocca a Noi somma astensioni dal voto e suffragi andati ad altre forze politiche, che non nomina esplicitamente ma è chiaro che parte dall’elettorato del M5S, per chiedere una scelta decisa il 24 giugno, domenica prossima, il giorno del ballottaggio che deciderà chi sarà alla guida della città per i prossimi cinque anni.

Un cambiamento di rotta è urgente dice Rossi nel suo video messaggio, perché il rischio di un ritorno al passato è molto forte. Lo dimostra il fatto che il candidato del centrodestra Roberto Cavalera non ha raccolto la sfida di presentare in piazza i 20 consiglieri comunali che comporrebbero la maggioranza in aula in caso di sua vittoria, come invece lo stesso Rossi ha già fatto.

Se Cavalera avesse accettato di fare ciò, i brindisini si sarebbero trovati di fronte ad una compagine composta per la grande maggior parte da persone che hanno firmato i fallimenti amministrativi degli ultimi anni. Non basta che Cavalera si erga a garante di un cambiamento impossibile, dice Rossi, se la sua maggioranza è fatta dei soliti personaggi che i brindisini hanno visto troppe volte alla prova, e con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. L’appello è sulla pagina Facebook dell’ingegnere che guida la coalizione alternativa a quella di Cavalera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento