Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Mesagne: ok a bilancio 2021-2023 e a piano anti barriere architettoniche

Via libera del consiglio comunale. Il bilancio di previsione passa senza voti contrari, il Peba all'unanimità

MESAGNE - Il consiglio comunale di Mesagne ha approvato il Bilancio di Previsione 2021- 2023 e l’adozione del Peba, il Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche.  Il primo punto all’ordine del giorno ha avuto il via libera senza far registrare nessun voto contrario (la maggioranza ha votato a favore, i rappresentanti delle opposizioni consiliari si sono astenuti), il secondo all’unanimità.  “Un segnale che apprezzo – dichiara il sindaco Toni Matarrelli - che potrebbe costituire la premessa per un dialogo utile a favorire l’ulteriore crescita di Mesagne e l’evoluzione di tutte le potenzialità che la città esprime. Così mi auguro”.

“Sul Bilancio – prosegue Matarrelli - abbiamo intrapreso la strada giusta attraverso scelte semplici ma oculate, che stanno già dando risultati importanti. Mi spiego con numeri alla mano: le anticipazioni di cassa, dal 30 dicembre 2019 al 30 dicembre 2020, sono diminuite di oltre il 50%, passando in un solo anno da 5 milioni e 600mila euro a 2 milioni e 780mila euro. Di riflesso, si sono ridotti in modo significativo l’indebitamento dell’Ente e il pagamento di interessi passivi”.

“Sono due le azioni – afferma ancora il primo cittadino - che caratterizzano l’attuale azione amministrativa. La prima coincide con la capacità di risparmio, senza ricorrere ai tagli ai servizi, anzi implementandone la qualità oltre che la quantità. La seconda è legata alla grande attenzione rivolta al recupero di risorse, con la lotta agli sprechi e all’evasione”. 

“Con l’adozione del Peba, e la previsione in bilancio di una somma iniziale di 70mila euro- conclude il sindaco - ci avviamo a cambiare il volto della città.  Non si tratta solo di rimuovere quegli ostacoli che rendono meno fruibili a tutti spazi e luoghi. L’obiettivo è anche di invertire un modello culturale, assumendo l’accessibilità come valore con cui si misura la qualità della vita comunitaria”.

Mesagne, una città più inclusiva e accessibile

La commissione pari opportunità, politiche di genere e diritti civili della città di Mesagne, accoglie con grande soddisfazione l’adozione del Peba da parte del consiglio comunale tenutosi lo scorso 30 dicembre. La commissione, insieme ad altre associazioni del territorio, ha dato volentieri il suo contributo partecipando attraverso un suo componente, Angelo Rammazzo, alla fase dei rilievi nello scorso ottobre, mirati all’individuazione delle barriere che quotidianamente ostacolano la piena fruibilità ed accessibilità negli edifici pubblici e negli spazi urbani a tutte le persone con esigenze specifiche (disabilità di tipo motorio, sensoriale, cognitivo e/o disabilità temporanee, anziani, bambini, ecc.) e in generale per tutti i cittadini.

“Un ringraziamento va a chi, in questi anni, ha condotto una grande battaglia affinché si giungesse a questo obiettivo - sottolinea Anna Rita Pinto, presidente della commissione pari opportunità di Mesagne - le associazioni, tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione che all’unanimità ne hanno condiviso l’adozione e, soprattutto, all’amministrazione comunale nelle persone del sindaco Toni Matarrelli e del consulente all’attivazione del Peba Antonio Calabrese, che hanno avuto il merito di inserire e perseguire, come priorità nel programma di governo, l’adozione di questo importante strumento urbanistico per il bene della città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesagne: ok a bilancio 2021-2023 e a piano anti barriere architettoniche

BrindisiReport è in caricamento