menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rossi bis: pronta la nuova giunta, ecco le probabili deleghe

Da definire le deleghe speciali per i consiglieri. Malumori per la mancata riconferma di Roberta Lopalco, unica sacrificata. Giovedì mattina la presentazione

BRINDISI – Il cerchio sulle deleghe assessorili è ormai chiuso. Domani mattina (giovedì 25 marzo), alle ore 11, presso la sala Mario Marino Guadalupi, verrà presentata la nuova giunta. A 23 giorni dall’azzeramento dell’esecutivo, dopo una lunga serie di vertici di maggioranza, i giochi sono fatti. Il governo cittadino presieduto dal sindaco Riccardo Rossi resterà pressoché invariato, ad eccezione dell’uscita di scena di Roberta Lopalco e delle new entry Emma Taveri, l'ideatrice del sea working, Francesco Saponaro, ex assessore regionale e presidente del Cetma, e Massimo Vitali. Il Pd manterrà dunque i suoi tre assessori: Oreste Pinto, Elena Tiziana Brigante (vicesindaco) e Isabella Lettori. Brindisi Bene Comune, movimento di cui fa parte il sindaco, sarà rappresentato da Mauro Masiello. All’Urbanistica resterà Dino Borri. Con l’ingresso di Vitali, il gruppo Impegno per Brindisi, creato dai due consiglieri eletti fra le file di Leu, entrerà nell'esecutivo. Resteranno fuori dalla giunta, invece, Ora Toca a noi e Italia Viva, gruppo costituito da due transfughi del Partito Democratico.

Stando alle indiscrezioni trapelate negli ultimi giorni, il sindaco avrà le seguenti deleghe: Beni Monumentali; Autorizzazioni Ambientali e Bonifiche; Università, Ricerca ed Innovazione; Gestione dei Rifiuti e degli Impianti di Trattamento; Ambiente; Politiche della Salute.

Elena Tiziana Brigante, vicesindaco: Mobilità e Trasporti; Aeroporto, Porto e Retroportualità; Traffico Polizia Locale; Patrimonio Immobiliare Scolastico, Edilizia Scolastica; Lavori Pubblici. 

Francesco Saponaro: Bilancio; Tributi; Società ed Enti Partecipati; Economato; programmazione economica e sviluppo; Controllo Strategico e di Gestione.

Isabella Lettori avrà: Scuola; Welfare e Servizi Sociali, Rapporti con il Mondo dell’Associazionismo; Politiche ed Interventi per l’Immigrazione; Pari opportunità; Salute e Benessere degli Animali;  Canile e Dog Park.

Massimo Vitali: Sportello Unico; Igiene Pubblica; Attività produttive.

Dino Borri: Urbanistica; Pianificazione del Territorio; Rigenerazione Urbana e della Costa; Insediamenti Sostenibili; Edilizia Residenziale Pubblica; Strade e Contrade.

Mauro Masiello: Affari Legali; Servizi Demografici; Contratti; Cultura della Trasparenza e della legalità; Rapporti con i Quartieri; Gestione del Patrimonio e politiche per la casa. 

Emma Taveri:Turismo, markerting territoriale; Rapporti con il Gruppo di Azione Locale Alto Salento; Politiche per i beni comuni; Politiche giovanili.

Oreste Pinto: Verde e Parchi Cittadini; aree protette; Sport ed Impiantistica Sportiva;  Servizi Cimiteriali

Per quanto riguarda le deleghe speciali, con ogni probabilità a un consigliere di Brindisi Bene Comune ne verrà affidata una riguardante il benessere degli animali. Una delega spacchettata dall’assessorato al Turismo, invece, potrebbe andare a Giulio Gazzaneo, capogruppo di Ora Tocca a Noi.

Questo l'assetto consolidatosi al termine di un percorso travagliato, in cui non sono mancati scontri e momenti di tensione. Dopo mesi saranno colmati i vuoti lasciati dai dimissionari Roberto Covolo (ex assessore a Brindisi Smart) e Cristiano D’Errico (Bilancio), usciti di scena rispettivamente ad agosto e novembre 2020. Inizialmente vi erano forti dubbi sulla riconferma del professore barese Dino Borri, osteggiato, stando ad alcuni rumors, da una parte della maggioranza per la gestione del settore Urbanistica. Nei primi giorni di trattativa è stato in bilico anche l’assessore Oreste Pinto, che nonostante i traguardi raggiunti negli ambiti dello Sport e delle Attività Produttive ha rischiato di essere sacrificato sull’altare dei giochi a incastro sviluppatisi intorno all’urbanistica.

Alla fine vi sarà solo il sacrificio di Roberta Lopalco: una scelta che sta provocando dei malumori. La consigliera Belinda Silvestro (Brindisi Bene comune), sotto a un post facebook del dirigente comunale Francesco Corvace, ha scritto: “Purtroppo questo è il mondo di chi appare e non dell’essere”. “Chi si vende meglio – ha scritto ancora la Silvestro – è vincente, se si ha un profilo basso e lavora non viene apprezzato”. Un plauso al lavoro svolto dalla Lopalco è stato espresso, sotto al medesimo post, anche dall’assessore Masiello: “E’ stato un onore – scrive l’avvocato – collaborare con Roberta, assolutamente ineccepibile dal punto di vista professionale e umano”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento