Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Sfiducia: "L'amministrazione Carluccio non ha fatto nulla in sette mesi"

Brindisi Bene Comune e Sinistra per Brindisi hanno ribadito il sostegno alla sfiducia nei confronti della sindaca di Brindisi

BRINDISI – Sfiducia e fiducia: sono state queste le parole chiave dell’assemblea pubblica indetta dai movimenti “Brindisi bene comune” e “Sinistra per Brindisi” che sabato sera (11 febbraio) si è svolta in piazza Cairoli.

Sfiducia nei confronti della sindaca Angela Carluccio, con il pieno sostegno da parte dei consiglieri comunali di Brindisi Bene Comune, Riccardo Rossi e Giuseppe Cellie, alla mozione che verrà discussa in consiglio comunale (la seduta è stata convocata per giovedì 16 febbraio, ma non si esclude uno slittamento, anche se in ogni caso, a seguito del passaggio del consigliere Damiano Flores fra le file della maggioranza, l’opposizione non avrà i voti per far decadere la giunta).

Fiducia nei confronti di "quei cittadini che hanno tante energie, competenze e passione per questa città e che hanno la voglia di farla crescere”, afferma Riccardo Rossi.

DSC02316-2

Un variegato pubblico (composto da giovani, anziani, studenti, lavoratori, professionisti) ha seguito la manifestazione. Il primo oratore è stato il capogruppo di Brindisi Bene Comune, Riccardo Rossi. Questi ha rimarcato come i primi sette mesi dell’amministrazione Carluccio si siano caratterizzati per la mancanza di iniziative finalizzate al rilancio della città. “Questa amministrazione – afferma Rossi - si rappresenta nel nulla. Si rappresenta nel faremo, nel vedremo. Tante occasioni perse. Nessun problema risolto”.

VIDEO: L'INTERVENTO DI RICCARDO ROSSI

Rossi parla di una sindaca “commissariata da Massimo Ferrarese, Marcello Rollo e Tony Muccio” e dallo staff di cui si è circondata. Per questo la sfiducia “non è solo al sindaco Carluccio, ma a questo modo di fare politica – continua Rossi - a questi passaggi continui fra maggioranza e opposizione, alla mancanza di proposte, alla contiguità con l’esperienza Consales che da ormai cinque anni rende immobile questa città”.

DSC02328-2

“La politica a Brindisi – insiste Rossi - è a livelli ormai bassissimi, non esiste. Abbiamo consiglieri comunali che parlano per se stessi, che non si confrontano con nessuno, figurarsi con la città”. Ma allo stesso tempo c’è anche fiducia in quei cittadini che hanno davvero a cuore le sorti della loro città. “Occorre prospettare loro – sostiene Rossi - un percorso di partecipazione. Questa città ha tutte le potenzialità e capacitò per potersi risollevare. Occorre una svolta. E questo può essere di chi si mette a disposizione”.

“Questo movimento – dichiara ancora Rossi - si fonda sulla possibilità di incidere sulla realtà facendo proposte. Ma quelle poche proposte che si riescono a portare in consiglio comunale vengono sempre bocciate”. A detta di Rossi “il vero dramma è l’assoluta incapacità di affrontare i problemi di questa città: questo non avviene perché ci sono forti interessi personali”. Ma c’è fiducia nella parta sana della città. Per questo, “non tutto è perduto”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfiducia: "L'amministrazione Carluccio non ha fatto nulla in sette mesi"

BrindisiReport è in caricamento