menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
nella foto Maurizio Drazza

nella foto Maurizio Drazza

Assente a manifestazione per l'ospedale, assessore allontanato da Alternativa Popolare

Riceviamo e pubblichiamo un intervento del coordinatore cittadino Alternativa Popolare San Pietro Vernotico, Maurizio Drazza, sulla decisione di allontanare dal coordinamento cittadino l'assessore del Comune di San Pietro, l'architetto Giuseppe di Taranto

SAN PIETRO VERNOTICO - Riceviamo e pubblichiamo un intervento del coordinatore cittadino Alternativa Popolare San Pietro Vernotico, Maurizio Drazza, sulla decisione di allontanare dal coordinamento cittadino l’assessore del Comune di San Pietro, l’architetto Giuseppe di TarantoDecisione maturata in seguito all’assenza dell’amministratore pubblico alla manifestazione contro la chiusura dell’ospedale Melli di San Pietro tenutasi sabato 1 aprile senza essersi confrontato con i membri del coordinamento. 

Con riferimento alla manifestazione svolta contro lo scellerato piano di riconversione sanitario pugliese, come Alternativa Popolare da Di Taranto Tonio Giuseppe-2sempre vicina ai cittadini e promotore dell’evento, non possiamo che esprimere grande soddisfazione per la sentita partecipazione non solo della cittadinanza, ma soprattutto di tutte le rappresentante politiche del territorio provinciale.

La dimostrazione chiara e tangibile di una unità, seppur trasversale, contro una politica cieca e poco propensa ad ascoltare il territorio e le sue istanze. Del tutto contrastante, ingiustificata e allo stesso tempo mortificante, appare invece l’assenza del sindaco e di un’intera amministrazione cittadina, nella sua componente esecutiva consiliare e dina parte autorevole della politica regionale, quale atteggiamento di disinteresse verso i cittadini ed i propri diritti costituzionalmente garantiti.

Come coordinatore cittadino prendo atto, con delusione, dell’assenza politica e partitica dell’assessore Di Taranto il quale, autonomamente, seguendo fideisticamente il sindaco e i suoi referenti, e senza confrontarsi con il partito (l’ennesimo comportamento e atto individuale dello stesso) ha preferito adeguarsi ad impostazioni verticistiche, di pura convenienza amministrativa, e che nulla hanno a che fare con la democrazia di partito e del confronto interno.

Ragione per la quale, con estrema determinazione, e sentito il coordinamento cittadino in tutta la sua interezza, dichiaro l’assessore Di Taranto fuori da Alternativa Popolare, non rappresentando più non solo una classe dirigente politica, ma soprattutto quei valori ed ideali fondanti il partito, quale la democrazia e la partecipazione, la lealtà e la condivisione, assolutamente non complementari a mere convenienze o sopravvivenze di potere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento