rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica

Blocco del turnover: medici e sindacati pronti a dare battaglia

BRINDISI - Medici sul piede di guerra contro la Asl dopo il blocco del turn-over. Stato di agitazione dichiarato da tutte le sigle sindacali del settore.

BRINDISI - Medici sul piede di guerra contro la Asl dopo il blocco del turn-over. Stato di agitazione dichiarato da tutte le sigle sindacali del settore.

I sindacati scrivono al direttore generale della Asl Rodolfo Rollo, al prefetto, al sindaco e all'assessore regionale alla sanità e al presidente Nichi Vendola denunciando la gravissima carenza di personale medico e, soprattutto, infermieristico che si è venuta a determinare a seguito dei vigenti vincoli di spesa con blocco del "turnover".

"Tale situazione - dicono i sindacati (Anpo-Ascoti-Fials Medici, Cimo, Anaao-Assomed, Cisl Medici, Cgil Medici, Uil Medici, Aaroi, Fesmed) - per la quale sono stati ripetutamente richiesti specifici ed improcrastinabili interventi correttivi, è ormai giunta ad un punto critico, con grave esposizione ad inaccettabili rischi per gli utenti e gli operatori sanitari. Paradossalmente, dalle dismissioni attuate di taluni stabilimenti ospedalieri non è derivato alcun apprezzabile beneficio a favore delle strutture carenti della nostra Asl.

Si consideri, peraltro, che l'ottemperanza alla norma contrattuale che prevede la concessione ai dipendenti di almeno 15 giorni di congedo ordinario, nel periodo estivo, non permetterà di garantire i livelli essenziali di assistenza. Le organizzazioni sindacali, nel dichiarare lo stato di agitazione, invitano i destinatari della missiva ad intraprendere, con assoluta tempestività, tutte le iniziative opportune per far fronte alla grave situazione denunciata..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco del turnover: medici e sindacati pronti a dare battaglia

BrindisiReport è in caricamento