rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Politica

Lettera al prefetto: "La convocazione urgente del Consiglio comunale è illegittima"

La missiva siglata dai consiglieri di opposizione: "Impedito il nostro esercizio, l'approvazione del bilancio di previsione è un atto del tutto ordinario"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera, siglata dai consiglieri brindisini di opposizione, indirizzata al prefetto Carolina Bellantoni e al presidente del Consiglio comunale, avente come oggetto la convocazione urgente del Consiglio comunale per approvare il bilancio di previsione.

Con riferimento alla convocazione del Consiglio comunale del 14 luglio 2021 i sottoscritti consiglieri comunali osservano quanto segue. 

La convocazione del Consiglio comunale è illegittima perché notificata sotto forma di convocazione urgente nonostante l’approvazione del bilancio di previsione sia un atto del tutto ordinario rispetto all’esercizio delle funzioni del Consiglio comunale e pertanto prevedibile.

La convocazione del Consiglio comunale in esame è illegittima anche perché adottata in violazione delle prerogative dei consiglieri comunali garantite dai termini stabiliti dal Tuel (Testo unico enti locali, ndr), che al comma 2 dell'art. 224 prevede: “Il rendiconto della gestione è deliberato entro il 30 aprile dell'anno successivo dall'organo consiliare, tenuto motivatamente conto della relazione dell'organo di revisione. La proposta è messa a disposizione dei componenti dell'organo consiliare prima dell'inizio della sessione consiliare in cui viene esaminato il rendiconto entro un termine, non inferiore a venti giorni, stabilito dal regolamento di contabilità”. Tale gravissima violazione ha di fatto impedito l’esercizio delle funzioni dei consiglieri comunali a un ponderato esame dello schema di bilancio e del diritto di presentare emendamenti.

Tenuto conto di tutto quanto esposto, i sottoscritti consiglieri comunali chiedono l’annullamento della convocazione del Consiglio comunale urgente prevista per il giorno 16 luglio 2021 ore 17,30 e il ripristino della legalità con il rispetto dei termini e delle procedure di legge e di regolamento per l’approvazione del rendiconto di gestione dell’anno 2020. Chiedono, inoltre, che prima dell’approvazione del bilancio consuntivo in Consiglio comunale vengano effettuati i doverosi passaggi nella commissione consiliare competente ai sensi dell'art. 135 del Regolamento di Contabilità e che venga, in ogni caso, garantito il diritto di tutti i consiglieri comunali a presentare emendamenti nei termini di legge e di regolamento. In difetto, i sottoscritti non parteciperanno alla seduta di Consiglio comunale del 16 luglio 2021, onde evitare di consentire con la loro partecipazione l’adozione di atti palesemente illegittimi. In tale ipotesi si chiede che della presente missiva sia data lettura all'inizio dei lavori in Consiglio.

Antonino Gabriele, Cavalera Roberto, Ciullo Giacomo, Loiacono Luciano, Paolo Antonio Le Grazie, Oggiano Massimiliano, Lo Martire Carmela, Motolese Tiziana, Vadacca Marco, Quarta Gianluca, Serra Gianluca

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera al prefetto: "La convocazione urgente del Consiglio comunale è illegittima"

BrindisiReport è in caricamento