rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica

"Brindisi ha bisogno di normalità": Fi sigla intesa con ex Carluccio ed Antonino

Nasce la coalizione di centrodestra: al lavoro su un candidato sindaco unitario Forza Italia, Partito Repubblicano Italiano, Idea, Noi Centro, Brindisi prima di tutto, Democratici per Brindisi e Progetto per l’Italia

BRINDISI - Forza Italia conferma l'accordo con gli ex Carluccio, fra centristi, ed espulsi dal Pd, e con il Pri rinato con Giovanni Antonino e chiede fiducia agli elettori con un progetto, tra programma e candidato sindaco, imbastito sulla "normalità": il centrodestra così definito intende lavorare per ricondurre Brindisi sulla strada dell'appartenenza, del senso di comunità, dell'essere città, stando a quanto si legge nel comunicato con il quale è stata tenuta a battesimo, in via ufficiale, l'intesa di cui BrindisiReport aveva dato notizia nelle scorse settimane, sottolineando anche la pax tra Luigi Vitali e Marcello Rollo.

ERNESTINA SICILIA ANGELA CARLUCCIO E MAURO D ATTIS-3

Il nome del candidato primo cittadino è al vaglio della coalizione che ha rotto in via definitiva con la Lega con Salvini, dopo che il leader del movimento ha dato l'ok a Massimo Ciullo, avvocato civilista sul quale punta il coordinatore provinciale Paolo Taurino. Sembrano escluse le primarie interne allo schieramento, anche per una questione di tempo: l'obiettivo è arrivare a una scelta condivisa. Già, chi potrà mettere d'accordo le rappresentanze cittadine di Forza Italia, Partito Repubblicano Italiano, Idea (di Giovanni Ribezzo, ex amminitratore unico della partecipata Energeko), Noi Centro (Toni Muccio), Brindisi prima di tutto (Claudio Niccoli), Democratici per Brindisi (Luciano Loiacono, ex Pd), Progetto per l’Italia?

Indiscrezioni indicano Rollo come nome sul tavolo, anche se l'ex presidente dell'Asi, già assessore regionale avrebbe fatto sapere ai suoi di non essere interessato a una candidatura in prima linea. Rollo però non incontrerebbe il consenso degli Azzurri che rivendicano la scelta per dare voce a un nome nuovo, da scegliere nella società civile. Il consigliere comunale uscente, Mauro D'Attis, già vince sindaco nella Giunta di Domenico Mennitti, sarebbe candidato alla Camera dei Deputati, forte dell'esperienza maturata a Bruxelles.

Mauro D'AttisQuesto il testo della nota stampa: "E’ stato condiviso da tutti l’auspicio di dialogare serenamente e in modo inclusivo con le altre Forze politiche, che hanno voglia di confrontarsi sul programma da sottoporre all'Elettorato, senza la presunzione di dettare condizioni o porre pregiudiziali di natura politica o personale e, al contempo, senza alcuna intenzione di riceverne. La città di Brindisi ha oggi bisogno di “normalità” e di ritrovare, innanzitutto, il senso della comunità e dell’appartenenza ad un territorio che, proprio perché in difficoltà, ha bisogno della partecipazione di tutti".

"Le Forze politiche e i Movimenti firmatari del presente documento intendono aprire un confronto con gli altri Attori della scena politica, che si riconoscono nell'area liberal democratica, riformista e del Centrodestra, non avendo alcuna presunzione di autosufficienza e intendendo dar vita ad una coalizione larga e rappresentativa della parte maggioritaria della Città, capace di bandire veti e contrapposizioni di carattere personale, per far prevalere le ragioni dello stare insieme. Si pensa quindi non a una semplice aggregazione di sigle ma alla nascita di un comune sentire che faccia leva su un programma partecipato, frutto di un confronto serrato con le espressioni cittadine del mondo imprenditoriale, professionale, sindacale, dell'associazionismo e del volontariato".

"L'intendimento è affidare la realizzazione di tale programma in divenire ad una persona autorevole e dotata di autonomia decisionale, coadiuvata da collaboratori capaci e motivati esclusivamente dalla volontà di offrire il loro contributo per far emergere la città dalle secche in cui attualmente si trova. Rispetto alla individuazione del candidato alla carica di sindaco, la coalizione dispone di una sua proposta già in fase avanzata di discussione interna. Anche se tale ipotesi risulta essere differente da quella promossa da potenziali alleati, la coalizione, nello spirito di costruzione di un governo utile al bene della città, la confronterà con le altre possibili. La coalizione valuterà ed approfondirà ogni linea programmatica che colga lo spirito di questo comune sentire, nell’esclusivo interesse del nostro territorio e della nostra comunità.

Pur avendo già condiviso alcuni spunti programmatici, si rimanda ogni determinazione all’esito di colloqui successivi, con altre forze politiche e movimenti interessati ad instaurare una stagione di confronto e condivisione programmatica con la coalizione, per poi potenziare la fase di ascolto e dialogo con tutti i protagonisti della società brindisina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Brindisi ha bisogno di normalità": Fi sigla intesa con ex Carluccio ed Antonino

BrindisiReport è in caricamento