rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Brindisi, il centrodestra si autodenuncia

BRINDISI – I consiglieri comunali del centrodestra si autodenunciano alla Digos affinché si faccia chiarezza sulle dichiarazioni rilasciate nei giorni dal sindaco Mimmo Consales, che aveva parlato di «un consigliere del centrodestra che è andato a chiedere al dirigente del settore Ambiente perché non viene affidata la proroga dell’appalto rifiuti alla Moteco».

BRINDISI - Gli otto consiglieri comunali del centrodestra si autodenunciano alla Digos affinché si faccia chiarezza sulle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal sindaco Mimmo Consales, che aveva parlato di «un consigliere del centrodestra che è andato a chiedere al dirigente del settore Ambiente perché non viene affidata la proroga dell'appalto rifiuti alla Monteco».

L'iniziativa è stata ufficialzizata stamane durante la conferenza stampa svoltasi nella sede del Pdl. Erano presenti sette degli otto consiglieri: Mauro D'Attis, Pietro Santoro, Pietro Guadalupi, Cosimo Elmo, Antonio Pisanelli, Massimiliano Oggiano, Giampiero Pennetta. Era assente solo Ilario Pennetta, che in ogni caso ha sottoscritto il documento finito nelle mani della Digos.

«Siccome stiamo parlando di un affare da un milione e mezzo di euro al mese, vorremmo sapere chi sarebbe andato a perorare la causa dell'azienda. Chiediamo di fare luce sull'episodio e vogliamo sapere se c'è una ipotesi di reato e quale esso sia».

L'autodenuncia ha un obiettivo: dimostrare che l'accusa di Consales è falsa. Come già scritto da BrindisiReport.it nei giorni scorsi, il consigliere accusato dovrebbe essere Pietro Guadalupi, che però era andato dal dirigente per chiedere notizie utili a depositare una interrogazione contro la Monteco. Questa mattina Oggiano ha dichiarato di aver telefonato all'altro dirigente, Pietro Cafaro, per capire come l'amministrazione si stesse muovendo, però nessuna visita negli uffici comunali.

Antonio Pisanelli pone un quesito: «Ma voi pensate che un consigliere comunale di opposizione possa andare da un dirigente e imporgli cosa deve fare?». Insomma, il centrodestra è sicuro che nessuno sia andato dai dirigenti a sponsorizzare la Monteco, e che quella di Consales sia «una boutade utilizzata ad arte per ribaltare le cose e allontanare le critiche da tutti gli errori della sua giunta».

D'Attis ne cita uno: «Nella commissione di aggiudicazione della gara per l'affidamento del servizio di mensa scolastica c'è tra i componenti la dottoressa Caroli, che ha firmato le tabelle dietetiche che sono state inserite nell'appalto, dunque non potrebbe essere in commissione. Ci comportammo allo stesso modo in occasione di Culturamiamo. Questo non è andare contro lo sviluppo della città, ma chiedere il rispetto delle regole». L'opposizione solleva altri argomenti: il metrobus Perrino-Aerporto, i piani di rigenerazione urbana, i rifiuti.

«Sul metrobus abbiamo scritto al Cipe per segnalare una difformità importante. Il progetto attuale non è conforme al documento programmatico preliminare approvato in consiglio comunale. E sbaglia chi dice che questo progetto è nato con il centrodestra, perché in realtà noi approvammo una scheda di finanziamento. Tutto il resto è accaduto con il commissario e con Consales».

Oltre che alla Digos, i consiglieri scriveranno anche al prefetto «perché il sindaco continua a non rispondere alle nostre interrogazioni, specialmente a quella sulla discarica di Autigno e sui rifiuti provenienti da Bari, per i quali è pronta a Bari l'ennesima proroga».

Oggiano e Pennetta tornano proprio sui rifiuti: «L'appalto scade il 30 ottobre, e dovrebbe essere l'Ato a dover fare la gara, non il Comune di Brindisi. In ogni caso le proroghe non sono ammesse. Quello che ci chiediamo è: sarà invitata anche la Monteco alla gara che il Comune vuole indire?».

Poiché si sta facendo una gara perché non si è contenti, come ha detto il sindaco, del servizio della Monteco "con cui il Comune ha contenziosi in corso per svariati milioni di euro", la risposta dovrebbe essere negativa. Ma quante aziende, oltre alla Monteco, possono essere interessate ad un appalto del genere per soli 12 mesi?

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, il centrodestra si autodenuncia

BrindisiReport è in caricamento