Nodo bilancio, terremoto in Giunta: si dimette l'assessore D'Errico

Le schema di previsione andava approvato entro ieri, 16 novembre, ma i lavori sono stati sospesi e riaggiornati a oggi

BRINDISI - Con lo schema di bilancio previsionale ancora da approvare, arrivano le dimissioni dell'assessore Cristiano D'Errico, che ha rinunciato all'incarico in un momento cruciale per l'Amministrazione brindisina. "Questo non è il mio bilancio", ha dichiarato D'Errico. La Giunta - guidata dal sindaco Riccardo Rossi - si è riuninta ieri (16 novembre) per dare l'ok allo schema, ma in tarda serata i lavori sono stati sospesi e riaggiornati a oggi (martedì 17 novembre). Lo scherma andava approvato entro ieri. Si tratta di un passaggio cruciale, se non arriverà l'approvazione il prefetto dovrà nominare un commissario ad acta, per portare a compimento l'atto amministrativo. 

"Lascio l’incarico assessorile - si legge nel comunicato di Cristiano D'Errico - dopo poco più di due anni con il rammarico della consapevolezza di aver avviato un importante percorso di 'normalizzazione' di settori che in passato sono stati oggetto di attenzione giornalistica e talvolta della magistratura ma di non poter portare a termine i processi avviati. Il bilancio previsionale è l’atto politico più importante di una comunità; non è atto ragionieristico. E' l’atto in cui si condensano prospettive, visioni, soluzioni alle difficoltà di una città che le istanze dei cittadini e delle parti sociali portano in sé. Il bilancio previsionale dovrebbe portare in sé un progetto di sviluppo e di crescita facendo leva sulla storia, sui punti di forza, sulle infrastrutture della città. Il bilancio previsionale, in quanto prospettiva per la città, dovrebbe avere la massima condivisione con i cittadini, coordinati in tutte le loro manifestazioni, e con tutti gli stakeholder, ossia con tutti coloro i quali sono direttamente o indirettamente coinvolti in un progetto di città. Questo, però, non è il mio bilancio; non è il bilancio che avrei voluto per la mia città. Auguro ai miei colleghi di svolgere con responsabilità la propria funzione pubblica mettendo a frutto le loro competenze, le capacità ed il legame entusiasta con questa città, riconoscendo in loro la mia stessa passione politica. Ringrazio con affetto tutti i dirigenti, i funzionari e i dipendenti che con me hanno condiviso lo spirito del cambiamento, la tensione al miglioramento; ognuno di loro esempio di generosità ed abnegazione. Grazie di cuore per la crescita umana e politica che mi è stata regalata".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento