menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brindisi, proclamati i consiglieri comunali. Prima seduta il 10 agosto

Si è svolta stamani la cerimonia di proclamazione dei 32 consiglieri comunali. Una sola sorpresa: Ercole Saponaro è il consigliere eletto della Lega, al posto di Alparone

BRINDISI – A 39 giorni dal ballottaggio che lo scorso 24 giugno ha sancito l’elezione di Riccardo Rossi a sindaco di Brindisi, si è svolta stamani (2 agosto) presso la sala Mario Marino Guadalupi di Palazzo di Città, la cerimonia di proclamazione del consiglio comunale, costituito da venti consiglieri per la maggioranza di centrosinistra e dodici consiglieri per l’opposizione. I neo consiglieri, come di consueto, sono stati chiamati uno per volta dal presidente della commissione elettorale, il magistrato Antonio Sardiello. La prima seduta si svolgerà venerdì 10 agosto, alle ore 15. In quella occasione, come da prassi, si procederà con l’elezione dell’ufficio di presidenza (presidente e vicepresidente del consiglio) e della commissione elettorale, oltre alla presentazione del programma di mandato del sindaco. 

Proclamazone consiglio comunale Riccardo Rossi-2

Saponaro eletto al posto di Alparone

Vi è una sola variazione rispetto alla composizione delle assisi formulata sulla base dei dati che fino a ieri erano di pubblico dominio: l’unico consigliere eletto fra le file della Lega con Salvini è il sindacalista Ercole Saponaro e non, come si pensava appunto fino a ieri, il commercialista Gianluca Alparone. Lo stesso Sardiello ha spiegato che il disguido è scaturito, con ogni probabilità, da una “svista” del presidente della sezione 57, che per errore ha attribuito al candidato Giovanni Signore sei preferenze che invece spettavano a Saponaro.

Ercole Saponaro-2

“Nella comunicazione (fornita dalla sezione, ndr) da un certo punto in poi i voti sono stati postsposti – spiega Sardiello - per cui i voti che risultano sicuramente dagli esemplari presso il Comune sono stati attribuiti a Giovanni signore detto Gianni, viziando la sequela delle preferenze. Noi siamo più che sicuri di quello che è accaduto perché i dati ufficiali che la commissione prende in considerazione sono quelli riveniente dal verbale”. “La comunicazione - spiega ancora Sardiello - è un atto interno, sempre sottoscritto dal presidente, che serve nell’immediatezza della fine del voto per prendere questi dati e trasmetterli direttamente all’ufficio elettorale in maniera riassuntiva”. 

I consiglieri della maggioranza

La maggioranza, dunque, potrà contare su nove consiglieri. Nove per il Pd:  Antonio Elefante, Giampaolo D’Onofrio, Alessio Carbonella, Salvatore Valentino, Lorenzo Guadalupi, Valentina, detta Nadia, Fanigliulo, Maurizio Pesari, Rosella Gentile e Teodosio Prete. Sei per Brindisi Bene Comune, il movimento nel quale è cresciuto Rossi: Giuseppe Cellie, Marco Vadacca (primo dei non eletti, subentrerà all’assessore Mauro Masiello), Belinda Silvestro, Anna Maria Calabrese, Anna Portolano, Luana Pirelli 199.  Tre scranni per Liberi e Uguali: Sandro Antonino, Antonio Manfreda, Giuseppe Massaro (primo dei non eletti, subentrerà all’assessore Cristiano D’Errico).  Due consiglieri per il movimento dei ragazzi Ora Tocca Noi: Giulio Gazzaneo e Livia  Dell’Anna, i più giovani del Consiglio comunale.

IMG_0116-2

Le opposizioni

Lo schieramento delle opposizioni sarà composto dai candidati sindaco sconfitti, Roberto Cavalera, Gianluca Serra e Massimo Ciullo. I consiglieri di opposizione saranno due per il Movimento CinqueStelle, Tiziana Motolese e Paolo Maria Le Grazie; uno per il Pri, Gabriele Antonino, recordman avendo totalizzato 1863 preferenze; uno per Brindisi in Alto, Umberto Ribezzi; uno per Forza Italia, Gianluca Quarta; uno per Brindisi Popolare, Carmela Lo Martire; uno per Idea per Brindisi, Luciano Loiacono; uno per il Movimento più39-Fratelli d’Italia, Massimiliano Oggiano e uno per la Lega con Salvini, Ercole Saponaro. 

Le dichiarazioni

Il sindaco Riccardo Rossi parla di un “bel consiglio comunale”. Le prime delibere da porre al vaglio del consiglio verranno valutate nelle prossime settimane. Il sindaco rimarca come la giunta abbia già adottato dei provvedimenti, fra cui la modifiche apportate al piano della sosta, “un piccolo cartellone estivo, ma secondo me molto significativo”, che verrà presentato domani. “Abbiamo approvato – afferma Rossi - un protocollo di intesa con Regione, polo Bibliomuseale e Università di Bari per aprire presso ex convento Santa Chiara una struttura di biblioteca che in un certo senso possa sostituire la biblioteca provinciale limitatamente ad alcune funzioni. Stiamo ragionando sulla shuttle e sul ciclo dei rifiuti”. 

Video: la proclamazione dei consiglieri

Il candidato sindaco sconfitto, Roberto Cavalera, esprime l’auspicio che “sui valori fondamentali delle libertà individuali, dello sviluppo, della pressione fiscale, il centrodestra possa ricompattarsi. Velleità personali non possono essere anteposte all’interesse generale, che oggi è la città di Brindisi”. 

L’altro candidato sindaco, Gianluca Serra, capogruppo del Movimento 5 stelle, delinea le priorità dei consiglieri pentastellati. “Presenteremo una proposta per l’accesso agli atti amministrativi riservato ai consiglieri – dichiara Serra - per garantire piena trasparenza”. 

“Cominceremo a lavorare sulle voci di bilancio fondamentali – prosegue l’avvocato - fra cui le somme  che non ci si ritrova dal bilancio di previsione del commissario; solleciteremo un intervento sull’emergenza abitativa; presenteremo richiesta di messa in atto del piano delle opere pubbliche; chiederemo immediatamente al sindaco di renderci conto con il presidente dell’Ager, Grandaliano, per capire  che ne sarò del ciclo dei rifiuti a Brindisi, soprattutto al mancato dissequestro di Autigno”. 
Dal 10 agosto, insomma, si comincerà a fare sul serio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento