rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica Fasano

Camper selvaggio, Di Bari ammonisce: “Tolleranza zero lungo la costa”

FASANO – Col l’approssimarsi della stagione estiva, si ripropone in tutta la sua invadenza, il problema del camper selvaggio. Così, giocando d’anticipo e correndo ai ripari, il sindaco emette la sua tradizionale ordinanza, che vale anche da monito: “Tolleranza zero lungo la costa”, annuncia il primo cittadino. Il senso del provvedimento, dunque. Il sindaco di Fasano Lello Di Bari ha emesso ieri l’ordinanza di divieto di sosta sul suolo demaniale per autocaravan e caravan valida nel periodo dal 1° aprile al 31 ottobre di ogni anno per l’intera durata del giorno. Peraltro, nella stessa zona e negli stessi periodi, il divieto è esteso ad ogni tipo di veicolo e mezzo ma nella fascia oraria compresa dalle ore 22 alle 6 del mattino.

FASANO - Col l'approssimarsi della stagione estiva, si ripropone in tutta la sua invadenza, il problema del camper selvaggio. Così, giocando d'anticipo e correndo ai ripari, il sindaco emette la sua tradizionale ordinanza, che vale anche da monito: "Tolleranza zero lungo la costa", annuncia il primo cittadino. Il senso del provvedimento, dunque. Il sindaco di Fasano Lello Di Bari ha emesso ieri l'ordinanza di divieto di sosta sul suolo demaniale per autocaravan e caravan valida nel periodo dal 1° aprile al 31 ottobre di ogni anno per l'intera durata del giorno. Peraltro, nella stessa zona e negli stessi periodi, il divieto è esteso ad ogni tipo di veicolo e mezzo ma nella fascia oraria compresa dalle ore 22 alle 6 del mattino.

"La sosta dei camper lungo la costa Savelletri-Torre Canne - afferma il sindaco Di Bari - è davvero uno spettacolo vergognoso, indegno di un paese civile. Ci sono camperisti (non tutti, evidentemente) incuranti del rispetto dell'ambiente e delle più elementari norme di conferimento dei rifiuti. Troppo spesso si ritrovano sulla costa buste di plastica piene di scarti e di avanzi e di ogni rifiuto domestico che vengono lasciate senza curarsi minimamente del fatto che quel gesto incivile produce solo sporcizia ed inquinamento".

Ma il sindaco va anche oltre: "E' troppo comodo - sottolinea - trascorrere sulla nostra splendida costa week-end o interi periodi di vacanza sostando con i caravan, senza pagare un centesimo per la sosta, senza rispettare sicure condizioni igienico-sanitarie, senza peritarsi di depositare buste con rifiuti negli appositi cassonetti che pure, come Amministrazione comunale, abbiamo fatto posizionare lungo la fascia costiera. E' il momento di dire basta con forza: i controlli per il rispetto dell'ordinanza saranno rigidi, all'insegna della tolleranza zero".

L'emergenza proprio là dove non dovrebbe esserci: "E pensare - sottolinea, infatti, il sindaco - che proprio lungo la litoranea Savelletri-Torre Canne sono presenti delle aree per campeggi attrezzate di tutto punto (anche di bagni e docce) dove si può tranquillamente sostare senza creare l'indecoroso spettacolo del bivacco camperistico sulla costa".

Nell'ordinanza il sindaco Di Bari motiva la sua decisione scrivendo che "durante la stagione primaverile, ed ancor più in quella estiva, lungo la costa del territorio comunale, nei tratti ove la conformazione e la natura del terreno rendono possibile la circolazione e la sosta dei veicoli, l'eccessiva presenza di mezzi arreca di fatto un pericolo per la salute, la sicurezza e l'igiene pubblica".

Nei prossimi giorni, come prescritto dall'ordinanza sindacale, i vigili urbani apporranno, lungo la costa, i cartelli di divieto di sosta per autocaravan e caravan, già ordinati alla ditta esecutrice. E per i trasgressori, quest'anno, si prospettano vacanze assai salate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camper selvaggio, Di Bari ammonisce: “Tolleranza zero lungo la costa”

BrindisiReport è in caricamento