rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Capodanno: festa privata nel Verdi

BRINDISI - La Fondazione Nuovo Teatro verdi ha accettato la richiesta della Magilla Spettacoli di Massimo Galantucci: la notte di San Silvestro il foyer del teatro ospiterà una festa privata, in cambio di 2.500 euro più iva. Il sindaco Consales ha anticipato la notizia stamattina via Facebook, peraltro senza fornire notizie precise, ed i cittadini si sono subito divisi tra quanti apprezzano l'iniziativa e quanti la criticano, ricordando il precedente del Castello di Mare concesso a privati per una notte da discoteca.

BRINDISI - La Fondazione Nuovo Teatro verdi ha accettato la richiesta della Magilla Spettacoli di Massimo Galantucci: la notte di San Silvestro il foyer del teatro ospiterà una festa privata, in cambio di 2.500 euro più iva. Il sindaco Consales ha anticipato la notizia stamattina via Facebook, peraltro senza fornire notizie precise, ed i cittadini si sono subito divisi tra quanti apprezzano l'iniziativa e quanti la criticano, ricordando il precedente del Castello di Mare concesso a privati per una notte da discoteca.

A quanti si preoccupano della conservazione dello stato dei luoghi, Consales ha già risposto che la Magilla dovrà sottoscrivere polizza assicurativa e fideiussione, a garanzia di eventuali danni. L'evento dovrà inoltre essere autorizzato dalla Commissione pubblici spettacoli, che come di norma accade chiederà agli organizzatori il rispetto delle norme di sicurezza e di altre disposizioni, come per esempio il numero massimo di presenti alla festa.

Il foyer avrà due banchi bar e la musica avrà inizio all'una: «Non vogliamo in alcun modo ostacolare o creare problemi al concerto di Capodanno in programma in piazza Vittoria», dice Massimo Galantucci. La notte del Verdi inizierà con musica da vivo e poi, a seguire, deejay-set fino al mattino. Il prezzo del biglietto d'ingresso dovrebbe essere di 25/30 euro. La Fondazione ha inibito l'ingresso alla sala e agli altri ambienti del teatro. La Magilla dovrà sostenere un alto costo per garantire la sicurezza interna ed esterna, ma potrà fregiarsi del titolo di primo organizzatore di un evento privato nel teatro pubblico: «Noi abbiamo avuto l'idea del Capodanno, ma credo che sia importante il fatto di aprire il teatro a nuove forme di utilizzo», dice Galantucci.

Del resto, l'idea di sperimentare un uso diverso della struttura era stata avanzata dal nuovo direttore artistico del Verdi, Carmelo Grassi, che da noi contattato per un commento sulla decisione di aprire le porte per il Capodanno, ha così risposto: «Era uno dei nostri obiettivi. Iniziamo con questa iniziativa e continueremo con tante altre cose. In fondo, se il San Carlo lo usano anche per i matrimoni...».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno: festa privata nel Verdi

BrindisiReport è in caricamento