rotate-mobile
Politica Carovigno

Cartelle Pazze, il Pd: “Funzionari in odore di dimissioni, ma sia il sindaco a farsi da parte”

CAROVIGNO – Tributi nel caos: giallo attorno alle dimissioni del Responsabile dell’Ufficio Finanziario del Comune, Rocco Martino, e sulla ridda di voci che vorrebbero dimissionari a breve anche altri funzionari comunali. Il Pd vuole vederci chiaro e nel frattempo lancia l’ attacco frontale al Primo cittadino, Vittorio Zizza: “Sia lui a fare un passo indietro. Il sindaco e la sua maggioranza si devono dimettere. È l’unico modo per non continuare a fare danni”. Non si placa, dunque, la polemica a Carovigno intorno alla vicenda degli avvisi di accertamento inviati dal Comune e dalla Censum srl (ex Eurogest) che hanno inondato le case dei cittadini.

CAROVIGNO - Tributi nel caos: giallo attorno alle dimissioni del Responsabile dell'Ufficio Finanziario del Comune, Rocco Martino, e sulla ridda di voci che vorrebbero dimissionari a breve anche altri funzionari comunali. Il Pd vuole vederci chiaro e nel frattempo lancia l' attacco frontale al Primo cittadino, Vittorio Zizza: "Sia lui a fare un passo indietro. Il sindaco e la sua maggioranza si devono dimettere. È l'unico modo per non continuare a fare danni". Non si placa, dunque, la polemica a Carovigno intorno alla vicenda degli avvisi di accertamento inviati dal Comune e dalla Censum srl (ex Eurogest) che hanno inondato le case dei cittadini.

"Ancora una volta - spiegano in una nota il segretario locale del Pd, Mario Cicorio e il capogruppo consiliare dei Democratici Corrado Tarantino (segretario provinciale Pd) - il nostro paese balza agli oneri della ribalta nazionale per l'incapacità e l'incompetenza dei nostri Amministratori. Il sindaco e la coalizione di centrodestra non possono scaricare sui cittadini le loro incapacità amministrative utilizzando questi metodi per ripianare un bilancio disastroso.

Purtroppo si è verificato quello che il Pd denunciò già nel 2008 quando nelle case dei carovignesi giunsero circa 30mila avvisi di accertamenti per tasse precedentemente non pagate (a dire del Comune). Una situazione inaccettabile". Fanno inoltre discutere le dimissioni, rassegnate proprio in questi giorni, del Responsabile dell'Ufficio Finanziario del Comune (ufficialmente per motivi familiari), anche alla luce, so sostengono i vertici del Pd, di altre dimissioni di dirigenti e funzionari annunciate per i prossimi giorni. "Che sta succedendo? È un caso? Si faccia chiarezza".

Il Partito Democratico di Carovigno attraverso i propri Consiglieri Comunali ha già provveduto a chiedere delucidazioni sull'argomento con l'ausilio di interrogazioni scritte e richieste di documentazione. Inoltre il Pd ha convocato per mercoledì 26 gennaio (alle ore 19,30, presso la propria sede, in piazza) un incontro con le forze politiche di opposizione, le forze sindacali e datoriali, per concertare le prossime mosse. "È infatti fondamentale - spiegano i Democratici - che questa battaglia di civiltà e di legalità veda coinvolta tutta la cittadinanza. Ognuno deve fare la propria parte. E si annunciano iniziative clamorose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartelle Pazze, il Pd: “Funzionari in odore di dimissioni, ma sia il sindaco a farsi da parte”

BrindisiReport è in caricamento