rotate-mobile
Politica Ceglie Messapica

Ceglie, per i sette Lsu l'opposizione chiede una seduta del consiglio comunale

CEGLIE MESSAPICA - Consiglieri comunali di opposizione da una parte, Sinistra ecologia e libertà dall’altra, chiamano in causa l’amministrazione comunale, chiedendo un atto di responsabilità nei confronti dei lavoratori precari, ex co.co.co. I rappresentanti dell’opposizione hanno indirizzato al presidente del consiglio comunale Mario Annese una richiesta di convocazione di un consiglio comunale ad hoc alla presenza del prefetto di Brindisi, del presidente della Provincia e della Cgil, il sindacato che ha preso in carico la vicenda fin dalle prime battute. Richiesta che reca la firma di Tommaso Argentiero, Rocco Argentiero, Nicola Trinchera, Donato Gianfreda, Antonio Piccoli, Domenico Convertino, Ciro Argese e Francesco Locorotondo.

CEGLIE MESSAPICA - Consiglieri comunali di opposizione da una parte, Sinistra ecologia e libertà dall?altra, chiamano in causa l?amministrazione comunale, chiedendo un atto di responsabilità nei confronti dei lavoratori precari, ex co.co.co. I rappresentanti dell?opposizione hanno indirizzato al presidente del consiglio comunale Mario Annese una richiesta di convocazione di un consiglio comunale ad hoc alla presenza del prefetto di Brindisi, del presidente della  Provincia e della Cgil, il sindacato che ha preso in carico la vicenda fin dalle prime battute. Richiesta che reca la firma di Tommaso Argentiero, Rocco Argentiero, Nicola Trinchera,  Donato Gianfreda, Antonio Piccoli, Domenico Convertino, Ciro Argese e Francesco Locorotondo.

La richiesta è quella di attivare  la deroga assistita per i sette lavoratori e l?occasione è ghiotta per replicare a chi ? come il sindaco Caroli e il consigliere Pdl Nicola Ciracì ? sostiene che i lavoratori sono stati abbandonati alla precarietà dai predecessori. ?Nel 2008 la precedente amministrazione comunale  trasformò i  contratti di lavoro dei co.co.co. Martino Gianfreda, Cosimo Urso, Angelo Urso, Cosimo Arpino, Gabriele Roma, Antonio Ciracì e Pietro Albanese, in assunzioni triennali a tempo determinato. Il massimo previsto dalla specifica legge varata dall?ultimo governo Prodi in tema di lotta alla precarietà, infatti, prevedeva alcuni vincoli specifici ed una scadenza ravvicinata per operare: la stabilizzazione diretta  a tempo indeterminato era consentita solo ai dipendenti pubblici che avessero già maturato un servizio di almeno tre anni nella pubblica amministrazione e ai lavoratori socialmente utili dei Comuni al di sotto dei 1500 abitanti?.

Il rimpallo di responsabilità sarà sicuramente uno degli argomenti più dibattuti del prossimo consiglio, argomento che interessa poco o nulla i lavoratori che attendono risposte sul proprio futuro. ?Ci mancavano solo i sette padri di famiglia che si incatenano in piazza nella giornata dedicata ai lavoratori?, incalza Sel passando in rassegna la lunga teoria di episodi che c?entrano più o meno accidentalmente con i problemi occupazionali del territorio, ?una Pasqua di sangue e di dolore a Ceglie Messapica. Oltre a loro purtroppo, il dramma di decine e decine di famiglie che da un giorno all'altro si sono ritrovate in mezzo ad una strada. Si tratta dei dipendenti del gruppo tessile Nardelli di Martina Franca. E non possiamo non ricordare l'episodio di un'inaudita violenza che in nome di un'ideologia mafiosa che recrimina il ?diritto al lavoro? ha colpito bestialmente un imprenditore?.

Il circolo Sel di Ceglie Messapica dedicato a ?Peppino Impastato? stigmatizza il comportamento dell'amministrazione comunale e del sindaco ?che di fronte a questi problemi diserta i luoghi istituzionali d'incontro e di dialogo?. Sel ha chiesto all?amministrazione di ?aprire un tavolo di consulta, ove analizzare e prospettare le possibili soluzioni per ridare speranza di lavoro e dignità? ai sette precari. Entrambe le richieste sono in attesa di risposta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceglie, per i sette Lsu l'opposizione chiede una seduta del consiglio comunale

BrindisiReport è in caricamento