rotate-mobile
Politica

Chi è la "stampella" della maggioranza? Accuse reciproche tra l'opposizione

BRINDISI – All’indomani dell’acceso Consiglio comunale, in cui oltre ad un compatto “no” per l’elettrodotto è stata anche approvata la variante urbanistica per la nascita di un hotel a quattro stelle in contrada Serranova, con una riconversione turistica della Masseria Badessa, è scambio di accuse all’interno della stessa opposizione su presunti trasversalismi e favori alla maggioranza.

BRINDISI ? All?indomani dell?acceso Consiglio comunale, in cui oltre ad un compatto ?no? per l?elettrodotto è stata anche approvata la variante urbanistica per la nascita di un hotel a quattro stelle in contrada Serranova, con una riconversione turistica della Masseria Badessa, è scambio di accuse all?interno della stessa opposizione su presunti trasversalismi e favori alla maggioranza.

Il centrosinistra si mostra così decisamente spaccato anche nella conduzione di una strategia da adottare per contrastare la giunta Mennitti, e i segnali si sono avuti anche nel corso del dibattito, a tratti infuocato, proseguito sino a notte fonda. I punti che hanno fatto parecchio discutere sono stati sostanzialmente due: il primo, appunto il progetto dell?hotel voluto dalla Società Mediterranea Turistica, e il secondo riguardava invece le nomine per il consorzio Asi. Ma sulle designazioni si è deciso di rinviare tutto alla prossima seduta. I dissìdi all?interno del centrosinistra, però, sono nati già all?inizio del Consiglio di martedì, quando Francesco Cannalire (Alleanza per l?Italia) aveva proposto di anticipare il dibattito sulle nomine per il Sisri, argomento che in estate aveva causato diversi contrasti, tanto nel centrosinistra quanto nel centrodestra. Tutto il Pd, l?Api, l?Udc, i due consiglieri di ?Noi Centro? e persino i tre di ?Brindisi c?è? erano a favore della proposta. Un no secco è però arrivato da alcuni componenti dell?opposizione, da Vincenzo Guadalupi, capogruppo del Sel, ad Antonio Giunta di Italia dei Valori, passando per Antonio D?Aprile di ?Sviluppo e Lavoro?. La loro contrarietà si è aggiunta a quella della maggioranza (esclusa, appunto, ?Brindisi c?è?). La discussione sul Sisri è così rimasta al punto inizialmente previsto all?ordine del giorno, e non si è più tenuta ieri proprio alla luce della durata dell?intero Consiglio comunale.

Successivamente, un?altra frattura si è registrata all?interno dell?opposizione. Anzi, nel caso specifico, all?interno di un solo partito. Se Antonio Monetti aveva aperto il dibattito su Badessa spiegando i motivi della sua contrarietà al progetto, poco più tardi è stato il suo capogruppo Salvatore Brigante a spiegare di essere favorevole all?albergo a quattro stelle, motivando la decisione con la riqualificazione che verrebbe attuata nell?area in questione. A votare come Brigante anche il consigliere Luciano Loiacono, seguiti da Oreste Bianco ed Enzo Albano, che hanno cercato con la loro approvazione di dare l?immagine di compattezza all?interno del partito. Ma il compito si è rivelato difficile, se non proprio impossibile. E la giunta ha incassato i 4 voti del Pd, che sommati a quello di Cannalire per l?Api (Alleanza per l?Italia si era sempre schierata in favore del progetto ?Tancredè?), ecco che la maggioranza è arrivata a quota 26, in un contesto di voti che però aveva fatto registrare cinque astenuti e anche un voto di ?Brindisi c?è? alla voce contrari.

Adesso, all?interno dell?opposizione è già ping-pong sulle responsabilità e sulle accuse di chi, allo stato attuale, possa rappresentare la più solida ?stampella? per la maggioranza. Di fatto, i dissapori si sono palesati già nel diverbio in Consiglio che ha visto protagonisti Guadalupi e Brigante. ?Questa storia è simile ad Acque Chiare?, aveva detto il primo. ?Non fare esempi fuori luogo ? ha replicato il secondo ? anche perché in quella storia pure tu hai avuto le tue responsabilità?. ?Io? Ma se tu all?epoca eri vicesindaco. Brigante, vergognati?, ha gridato Guadalupi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è la "stampella" della maggioranza? Accuse reciproche tra l'opposizione

BrindisiReport è in caricamento