Politica

Cis, incontro con i sindaci dei Comuni coinvolti per i fondi

Contratto istituzionale di sviluppo, tavolo con Invitalia e i primi cittadini della fascia cerniera tra Brindisi e Lecce

BRINDISI - Con la crisi di Governo come convitato di pietra, si è tenuto oggi (lunedì 18 gennaio) un incontro sul Contratto istituzionale di sviluppo Brindisi-Lecce. Il tavolo era in videoconferenza. Presenti il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, una rappresentanza di Invitialia e i primi cittadini dei Comuni interessati del Brindisino, ovvero Cellino San Marco, San Pietro Vernotico, San Donaci, San Pancrazio Salentino e Torchiarolo. I sindaci avranno 15 giorni per presentare delle proposte coerenti con le schede di progetti di Brindisi e Lecce e con gli indirizzi generali del Governo. 

Innanzitutto, ai "nuovi entrati" è stato illustrato il percorso fin qui effettuato dai solo Comuni di Brindisi e Lecce. Sì, perché all'inizio il Cis avrebbe dovuto riguardare solo i due capoluoghi, poi il ministro per il Mezzogiorno Provenzano ha spiegato che il contratto va allargato a un'area vasta. Gli interventi riguardano il recupero della costa e la rigenerazione urbana. E' stato illustrato come compilare, da parte del singolo Comune, le schede che poi porteranno ai progetti veri e propri. Invitalia ha fugato i dubbi e le domande dei vari sindaci. Tocca a loro adesso formulare le varie proposte.

"Io spero che quanto prima, anche vista la fase di turbolenza governativa, si possa arrivare a una definizione del Cis", ha dichiarato il sindaco Riccardo Rossi. Già in passato i problemi dell'esecutivo - era l'estate 2019, rottura in maggioranza e nascita del Conte II - avevano rallentato l'iter di questo contratto. E' ovviamente più facile avere un'interlocuzione senza vedere cambiare premier e ministri. 

Il Contratto istituzionale di sviluppo è uno strumento "per accelerare la realizzazione di progetti strategici, tra loro funzionalmente connessi, di valorizzazione di quei territori della Penisola deficitari sul versante della dotazione infrastrutturale e delle dinamiche dello sviluppo", si legge sul sito del Governo. Invitalia, ovvero l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, è un'agenzia governativa italiana partecipata al 100 per cento dal ministero dell'Economia e delle Finanze. E' il soggetto attuatore del Cis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cis, incontro con i sindaci dei Comuni coinvolti per i fondi

BrindisiReport è in caricamento