rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

“Cittadella, subito la nuova società”

BRINDISI - Sulla situazione in cui versa la Cittadella della Ricerca interviene nuovamente Brindisi Bene Comune, che aveva già segnalato le gravi difficoltà e la confusione che si registra da qualche mese all’interno del comprensorio. «L’arrivo della Santa Teresa, con la successiva proroga della gestione dei servizi condominiali della Cittadella sino al 31.12.2013, è un parziale risposta ai problemi della Cittadella. Parziale anche dal punto di vista dei lavoratori della società Cittadella della Ricerca ora in liquidazione.

BRINDISI - Sulla situazione in cui versa la Cittadella della Ricerca interviene nuovamente Brindisi Bene Comune, che aveva già segnalato le gravi difficoltà e la confusione che si registra da qualche mese all'interno del comprensorio. «L'arrivo della Santa Teresa, con la successiva proroga della gestione dei servizi condominiali della Cittadella sino al 31.12.2013, è un parziale risposta ai problemi della Cittadella. Parziale anche dal punto di vista dei lavoratori della società Cittadella della Ricerca ora in liquidazione. Solo quattro unità della vecchia gestione hanno trovato posto nella Santa Teresa, mentre i restanti otto sono in cassa integrazione prorogata sino alla fine dell'anno. Costoro, oltre a non avere alcuna prospettiva occupazionale, attendono da mesi le spettanze relative agli ultimi mesi di lavoro con la Cittadella mai saldate, oltre a non percepire da mesi la cassa integrazione. Una situazione dalla quale né la Provincia né la società Cittadella in liquidazione si possono sottrarre».

«A nostro avviso invece - prosegue Riccardo Rossi, rappresentante di BBC - il futuro del Comprensorio, ovvero la possibilità di attrarre investimenti sia pubblici che privati in grado di creare occupazione e attivare quello sviluppo economico sostenibile, non può prescindere dalla costituzione di una nuova società da affidare a personalità con importanti curricula tecnico scientifici e manageriali nel campo dei settori della ricerca e dell'innovazione. Un'operazione che andrebbe realizzata rapidamente viste le disposizioni che potrebbero portare a breve allo scioglimento della Provincia di Brindisi, aprendo così scenari imprevedibili.

Secondo Rossi, arrivare allo scioglimento della Provincia senza aver proceduto alla costituzione della nuova società sarebbe un colpo durissimo per il nostro territorio: «Il presidente Ferrarese ha già dichiarato di essere pronto alle dimissioni perché non vuol essere il liquidatore della Provincia, dell'Università e della Santa Teresa. Noi pensiamo che questo territorio non ha bisogno di capitani alla Schettino che abbandonano la nave che affonda, ma di chi, anche in momenti difficili come questi, possa tenere la rotta e mettere in sicurezza i nostri beni comuni. Per questo invitiamo il Presidente Ferrarese e la giunta provinciale a varare rapidamente la nuova società Cittadella della Ricerca e dare risposte agli otto lavoratori senza alcun reddito».

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Cittadella, subito la nuova società”

BrindisiReport è in caricamento