menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Massimo Ciullo e Matteo Salvini

Massimo Ciullo e Matteo Salvini

"Ciullo non fa parte del progetto per il centrodestra unito"

Le liste che hanno sostenuto Cavalera: "Ha votato a sinistra. Appartiene alle volgarità che non vogliamo più sentire. Cesare Mevoli uomo d'onore"

Riceviamo e pubblichiamo la segue nota firmata dai coordinati dei partiti e delle forze politiche di centrodestra che hanno sostenuto la candidatura a sindaco di Brindisi dell'avvocato Roberto Cavalera, Forza Italia, Brindisi in Alto,  Idea per Brindisi, Brindisi Popolare, Udc.

Tutti a fare l’analisi da grandi politologi, non avendo nessun incarico politico. Qualcuno ha detto falsità enormi sull’unione del centrodestra,  in questa campagna elettorale. Ha attribuito colpe e voti. Lui che ha votato a sinistra insieme ad i suoi adepti, fatte le debite eccezioni. Lui che fa il moralista, essendo il vecchio più becero e dopo aver cambiato cinque partiti. Prende in giro la gente. Non potrà mai essere riferimento di un’area. Non ne ha l’autorevolezza e la capacità.

Roberto Cavalera-2

Se il centrodestra deve tornare unito, Massimo Ciullo non fa parte di questo progetto. Appartiene  al passato, alle urla, alle volgarità che non vogliamo più sentire. Abbiamo bisogno di moderazione, raziocinio, di professionalità, non di risentimenti personali. Ringraziamo Cesare Mevoli che riteniamo uomo coerente e d’onore, insieme agli altri, che pur avendo delle perplessità, al ballottaggio hanno scelto i partiti ed i movimenti più vicini al centrodestra.

La città ha scelto come sindaco Rossi, quel responso merita profondo rispetto, essendo scaturito da un confronto  elettorale ed è la volontà degli elettori. La nostra coalizione ha avuto un successo enorme, abbiamo battuto al primo turno,  movimenti e partiti di aree di governo. Avevamo ed abbiamo un progetto di rilancio della città vincente, sul quale continueremo a confrontarci, avendo ottenuto il 40 per cento dei consensi al primo turno ed il 44 per cento al secondo turno. Non dialogheremo con chi è residuale ed è stato sconfitto dagli elettori,  ma con gli organismi di partito sì, quelli che hanno voglia di riscatto e di ricostruire un centrodestra forte e coeso.

Cesare Mevoli

Nei nostri partiti e movimenti ci sono tanti giovani, con loro inizieremo un opera di rilancio e ricostruzione di un'area che riteniamo sia maggioranza in città, con l’aiuto di chi ha esperienza e riveste ruoli importanti nelle istituzioni. Il centrodestra ha un parlamentare brindisino, che, piaccia o no, rappresenta e difende la nostra città, ed è un punto di riferimento dal quale partire. Il resto, attori da cabaret, con risentimenti personali ulcerosi e dannosi, vanno espulsi dal dibattito e dal confronto di chi vuole costruire veramente, rispetto a chi vuole distruggere, per il gusto di fare male ad un suo nemico.

Il nostro riferimento in Consiglio comunale sarà il candidato sindaco Roberto Cavalera, il quale avrà l’onere di rappresentare tutta quell’area di partiti e movimenti che insieme a lui hanno intrapreso un percorso politico e di coalizione e che non sono stati mai un “cartello elettorale”. Sarà il capo delegazione e politico di quest’area in Consiglio  con l’impegno che dovrà coordinarla e guidarla, lasciando ai partiti e ai movimenti una loro giusta autonomia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento