menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Consiglio comunale di Brindisi

Il Consiglio comunale di Brindisi

Comune, 200mila euro per la sala consiliare

BRINDISI – Mentre non ci sono soldi per scuole e asili, e l’assessore al ramo fa i salti mortali per garantire i servizi sociali, al Comune di Brindisi qualcuno sta pensando di spendere 200mila euro per ristrutturare l’aula consiliare.

BRINDISI - Mentre non ci sono soldi per scuole e asili, e l'assessore al ramo fa i salti mortali per garantire i servizi sociali, al Comune di Brindisi qualcuno sta pensando di spendere 200mila euro per ristrutturare l'aula consiliare.

L'argomento è in discussione in queste ore in commissione Lavori pubblici ed è solo una delle tante voci di spesa che si vorrebbero inserire nel Piano triennale delle opere pubbliche. È vero che solitamente buona parte di quelle voci cadono nel dimenticatoio, ma con i tempi che corrono sembra un affronto finanche il parlare di certe spese.

Tanto più che inizialmente la somma prevista era di 400mila euro, poi evidentemente qualcuno ci ha pensato su, ma neanche tanto. Duecentomila euro per rifare una sala che era stata ristrutturata una decina di anni fa, durante l'amministrazione Antonino. I soldi, che sarebbero garantiti da un mutuo, servirebbero a rifare impianti, acquistare arredamenti nuovi, installare qualche climatizzatore.

La sala consiliare di Palazzo di Città oggi non è granché, ma non sembra nemmeno da buttare. E comunque di questi tempi se una famiglia non ha soldi non pensa certo ad indebitarsi per cambiare il divano. Evidentemente qualche consigliere (o qualche funzionario) la pensa diversamente.

Per Mauro D'Attis, capogruppo del Pdl, «spendere una somma simile in questo momento sarebbe una follia. Per lavorare al meglio servirebbero solo una rete wi-fi, qualche presa elettrica per computer, tablet e telefoni cellulari. Anche comprando qualche climatizzatore, penso che 5-10 mila euro potrebbero bastare».

Questa sera i consiglieri comunali di maggioranza si riuniranno per esaminare la bozza di bilancio e di piano triennale delle opere pubbliche. Vedremo come andrà a finire, ma stando a quanto risulta a BrindisiReport.it, c'è già qualche assessore che di fronte all'idea del restyling da 200mila euro si è messo le mani nei capelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento