menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgio Goggi, Domenico Mennitti e Antonio Bruno

Giorgio Goggi, Domenico Mennitti e Antonio Bruno

Consales: «Azzero l'Ufficio del Piano»

BRINDISI – Il sindaco Mimmo Consales risponde subito alle accuse del consigliere comunale Massimiliano Oggiano, che accusa la giunta di ritardi sul Piano urbanistico generale, e annuncia l’azzeramento del cosiddetto “Ufficio di Piano”, che sarebbe il vero responsabile dei ritardi annunciati oggi dal consulente Giorgio Goggi in commissione Urbanistica.

BRINDISI - Il sindaco Mimmo Consales risponde subito alle accuse del consigliere comunale Massimiliano Oggiano, che accusa la giunta di ritardi sul Piano urbanistico generale, e annuncia l'azzeramento del cosiddetto "Ufficio di Piano", che sarebbe il vero responsabile dei ritardi annunciati oggi dal consulente Giorgio Goggi in commissione Urbanistica. Ritardi che non consentiranno a Consales di portare in Consiglio entro al fine dell'anno il primo stralcio del Pug, e che potrebbero mettere a rischio il salvataggio del complesso di Acque Chiare.

«Oggiano non finisce mai di stupire: ha la memoria corta e non appare adeguatamente informato. Io, come i consiglieri comunali, ho ricevuto il cronoprogramma che il responsabile del Pug, Goggi, ha dato a noi e alla commissione. E neanche a me ha fatto piacere venire a conoscenza di questo ritardo, anche perché a novembre avevo detto a Goggi che ero disposto a mettere a sua disposizione ulteriori risorse».

Consales preannuncia dunque l'azzeramento dell'Ufficio di Piano, coordinato dall'ingegnere Pietro Cafaro e costituito da quasi tutti i dirigenti del Comune: «Visto che quello che non funziona è l'UdP, e Goggi ce lo fa scoprire solo ora, lo azzereremo, se sarà possibile. E Oggiano deve sapere che l'Ufficio di Piano fu istituito dall'amministrazione Mennitti, che anziché scegliere persone esterne ha preferito i tecnici interni. E poiché questi ultimi sono oberati dal lavoro, il Pug non va avanti»

Il sindaco è su tutte le furie: « Se ci sono responsabilità precise qualcuno pagherà. E se qualcuno pensa di boicottare il Pug per interessi a me non noti, lo staneremo. Non vorrei che qualcuno stesse rallentando il Pug volutamente. Adesso basta, mi sono stancato dei ritardi della macchina amministrativa. Chiederò a Goggi di lavorare giorno e notte per recuperare il tempo perso».

Non è un mistero che sulle questioni urbanistiche si giocano, da sempre, interessi enormi. E l'approvazione di un nuovo piano regolatore generale mette in gioco investimenti e possibilità di guadagno per i prossimi decenni. Non è un mistero anche che da mesi ci sia una parte del Pd che vorrebbe fare le scarpe al proprio assessore all'Urbanistica, Lino Luperti. Lo stesso Luperti che da settimane chiede ai dirigenti del Comune di poter avere il contratto stipulato con Goggi, per verificare se erano stati previsti dei tempi precisi. Ma quel contratto non si trova: a quanto pare a Palazzo di Città non ce l'ha nessuno. Sono cose che accadono nel Comune di Brindisi. Però ora Luperti e Consales sembrano essersi stancati, e domani chiederanno per iscritto sia il contratto tra Goggi e l'amministrazione Mennitti, sia l'azzeramento dell'Ufficio del Piano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento