menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lorenzo Caiolo

Lorenzo Caiolo

Consiglieri regionali esclusi: Caiolo verso il ricorso, Borraccino dice di essere nei 70

SAN VITO DEI NORMANNI – Lorenzo Caiolo, il consigliere regionale dell’Italia dei Valori appena eletto e già escluso dalla nuova assemblea di via Capruzzi da un pronunciamento della Corte d’Appello, assieme ad altri sette colleghi, terrà il 3 maggio, lunedì prossimo, un incontro con la stampa nella sala consiliare del Comune di San Vito dei Normanni, assieme al segretario regionale di IdV, Pierfelice Zazzera. E intanto un altro escluso, Cosimo Borraccino di Sinistra e Libertà, tarantino, sostiene che i calcoli sugli eletti sono sbagliati e che egli rientra tra i 70 consiglieri, e non fa parte del gruppo degli 8 tagliati dalla Corte d'Appello.

SAN VITO DEI NORMANNI - Lorenzo Caiolo, il consigliere regionale dell'Italia dei Valori appena eletto e già escluso dalla nuova assemblea di via Capruzzi da un pronunciamento della Corte d'Appello, assieme ad altri sette colleghi, terrà il 3 maggio, lunedì prossimo, un incontro con la stampa nella sala consiliare del Comune di San Vito dei Normanni, assieme al segretario regionale di IdV, Pierfelice Zazzera. E intanto un altro escluso, Cosimo Borraccino di Sinistra e Libertà, tarantino, sostiene che i calcoli sugli eletti sono sbagliati e che egli rientra tra i 70 consiglieri, e non fa parte del gruppo degli 8 tagliati dalla Corte d'Appello.

A San Vito, si discuterà della bocciatura del cosiddetto premio di governabilità da parte dei giudici, ma anche dei tre referendum promossi da Italia dei Valori: "Il rifiuto categorico alla privatizzazione dell'acqua perché essenziale risorsa pubblica, l'opposizione al legittimo impedimento contro ogni forma di abuso di potere e, non da ultimo, il deciso no al tentativo d'impiantare centrali nucleari sul territorio". Lorenzo Caiolo, ex sindaco di San Vito e riconfermato in consiglio comunale alle recenti elezioni amministrative, molto probabilmente proporrà ricorso avverso la decisione della Corte d'Appello di Bari. Assieme ad esponenti di IdV avrebbe già consultato importanti avvocati amministrativisti. Ma questa intenzione sarà confermata o smentita nell'incontro pubblico di lunedì 3 maggio.

Intanto Borraccino, consigliere regionale uscente, "certifica che con i suoi 3718 voti nel collegio provinciale di Taranto -che ha visto la lista SeL seconda più suffragata nella Regione Puglia- rientra nei 70 consiglieri eletti a maggioranza. Le notizie delle ultime ore che lo vedono compreso fra gli 8 seggi assegnati attraverso il premio di governabilità, nel primo calcolo fatto subito dopo la chiusura delle sezioni, sono errate e del tutto prive di fondamento. I calcoli, a disposizione di chiunque conosca i rudimenti della matematica -afferma Borraccino- evidenziano come il secondo seggio di maggioranza deve essere attibuito a Taranto e quindi portano la mia posizione all'interno dei 70. Cerco con questo di fare un'azione di trasparenza nei confronti del risultato elettorale. Rivolgo comunque la mia solidarietà e la piena disponibilità agli altri 7 colleghi esclusi ingiustamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento