rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica

Consiglio provinciale: sì all'alienazione, in vendita gli alloggi del Villaggio Pescatori

BRINDISI – C'era anche l'alienazione di alcuni beni immobili, all'ordine del giorno del Consiglio provinciale, e l'aula ha votato favorevolmente alla messa in vendita di 148 alloggi del Villaggio Pescatori. Assieme a questi, ci sono altre case, molte delle quali in via Seneca. Ma desta particolare attenzione proprio l'alienazione degli immobili del villaggio, che rischia di determinare un innalzamento dei costi degli immobili dei privati nella stessa zona.

BRINDISI - C'era anche l'alienazione di alcuni beni immobili, all'ordine del giorno del Consiglio provinciale, e l'aula ha votato favorevolmente alla messa in vendita di 148 alloggi del Villaggio Pescatori. Assieme a questi, ci sono altre case, molte delle quali in via Seneca. Ma desta particolare attenzione proprio l'alienazione degli immobili del villaggio, che rischia di determinare - una volta nelle mani di privati le palazzine - un innalzamento dei canoni di affitto sin qui versati dagli inquilini. A meno che molte delle famiglie residenti non siano in grado di acquistare la casa che occupano.

Con 19 voti a favore, sei contrari e un astenuto è stato approvato anche l'assestamento del bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2010. Nello specifico, si tratta dell'acquisizione di una somma relativa ad una vecchia convenzione Enel e che riguardava la bonifica da amianto nell'area di Cittadella della Ricerca. I soldi avanzati dall'operazione, circa un milione e 450mila euro, saranno così destinati: 600mila euro per il marketing territoriale; 250mila euro per la Fondazione Teatro Verdi, 450mila per opere viarie, 75mila per interventi nelle scuole e 75mila euro, a seguito di un emendamento presentato dal consigliere Damiano Franco, per la sistemazione della curva pericolosa denominata "Sant'Antonino" sulla provinciale 86 che collega San Pietro Vernotico a Campo di Mare. Il Consiglio ha votato con 19 voti a favore, sei contrari e un astenuto.

Le altre variazioni al bilancio riguardano la concessione di un contributo di 32mila euro a "La Nostra Famiglia" di Ostuni dal capitolo relativo all'indennità di carica agli amministratori provinciali; un finanziamento di 10mila euro per la manifestazione "I bambini del Mediterraneo"; 240mila per eventuali debiti fuori bilancio; alienazione di beni immobili; trasferimento regionale di 60mila euro per il potenziamento della protezione civile e il trasferimento da parte dell'Upi di 84.743 euro per il progetto "Chance for Change" a favore dei giovani su sostenibilità ambientale e cambiamenti climatici.

Si è poi proceduto all'approvazione dell'aggiornamento del programma triennale dei lavori pubblici 2010/2112 ed elenco annuale 2010 con 19 voti favorevoli e 6 contrari. Si tratta di interventi di realizzazione di un rondò in corrispondenza dell'intersezione della provinciale "San Pietro-San Gennaro" e la 87 "litoranea salentina", un altro rondò in corrispondenza dell'intersezione dell'ex Statale 16 e la provinciale 8, lavori di miglioramento dell'innesto tra la provinciale 46 e la statale 7, la sistemazione di un'intersezione tra la provinciale 86 e la "Sant'Antonio", una rotatoria sulla provinciale 79 all'intersezione con la 51, e la rettifica di una curva pericolosa sulla provinciale 50 "Francavilla Fontana-Villa Castelli". Infine all'unanimità dei 21 consiglieri presenti in aula al momento del voto è stato approvato di esercitare il diritto di opzione per l'acquisto dell'edificio sede dell'istituto tecnico commerciale "Flacco" di Brindisi di proprietà della Carparelli Costruzioni srl.

Sulla faccenda della Fondazione Dieta Mediterranea Onlus, intanto, il presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, va avanti. Il consiglio provinciale è stato infatti riconvocato per lunedì 29 novembre, con inizio alle 9, per l'approvazione dello statuto in qualità di soci fondatori. La fondazione avrà la sede scientifica a Ostuni nel Palazzo Tanzarella messo a disposizione dall'amministrazione comunale, mentre sui punta su Ceglie Messapica per la Scuola di gastronomia che bisognerà però riattivare.

Ma quella di lunedì prossimo sarà una seduta interamente consacrata alle strategie di Ferrarese, perchè il secondo punto all'ordine del giorno è l'approvazione del regolamento per la realizzazione degli impianti industriali per la produzione di energia elettrica da sistemi fotovoltaici da ubicare nel territorio provinciale di Brindisi, argomento su cui il presidente della Provincia non ha risparmiato strali puntando l'indice contro pannello-selvaggio.

Approfitta dell'occasione il consigliere provinciale Vitantonio Caliandro, sostenitore di Ferrarese, per fare le pulci al suo avversario nonchè sindaco di Villa Castelli, Francesco Nigro. Caliandro, in una lettera a Nigro, "esprime sommo rammarico avendo appreso la notizia che il Comune di Villa Castelli non ha aderito alla costituenda fondazione per la promozione della dieta mediterranea. Atteso che Villa Castelli - dichiara Caliandro - vanta un'antica tradizione enogastronomica e che da tale iniziativa non può che avere ricadute positive oltre che sul piano culturale e sociale anche economico invito l'amministrazione comunale a riconsiderare tale opportunità e farsi promotrice nel chiedere l'istituzione di specifici corsi in loco utilizzando il Centro di Educazione Ambientale, nato con tali finalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio provinciale: sì all'alienazione, in vendita gli alloggi del Villaggio Pescatori

BrindisiReport è in caricamento