Politica

Consorzio Asi, centrosinistra all'attacco: "Si rinvii l'assemblea straordinaria"

I segretari cittadini delle forze d'opposizione di centro sinistra (Pd, Ncd-Area popolare, Udc e Lista Marino) chiedono che venga rinviata l'assemblea straordinaria del Consorzio Asi convocata domani

La sede del Consorzio Asi

I segretari cittadini delle forze di centro sinistra (Pd, Ncd-Area popolare, Udc e Lista Marino) chiedono che venga rinviata l’assemblea straordinaria del Consorzio Asi convocata domani (5 agosto) per discutere i nuovi assetti societari, con una ridistribuzione delle quote della Provincia che comporterebbe un significativo aumento del peso specifico del Comune di Brindisi. La decisione di chiedere il rinvio è maturata nel corso di una riunione del centro sinistra svoltasi in serata. Al termine dell’incontro, è stata diramata la seguente nota. 

Abbiamo appreso che per domani 05 agosto 2016 è stata convocata l'assemblea straordinaria del Consorzio ASI con all'ordine del giorno una non meglio specificata modifica dello Statuto. L'intento sarebbe quello di determinare un nuovo peso elettorale e una nuova configurazione dell'attuale assetto societario che oggi è così composto: Provincia di Brindisi 37,00%; Comune di Brindisi 28,82%, Comune di Fasano 9,97%, Comune di Francavilla Fontana 10,36%, Comune di Ostuni 10,74%, Camera di Commercio 3,07%. 

E' chiaro che le modifiche allo statuto, sono dettate dall'esigenza di confermare l'assetto societario per riproporre l'attuale vertice e vedranno il Comune di Brindisi, con il sindaco Carluccio, quasi raddoppiare la propria quota per avere la possibilità di rieleggere autonomamente l'attuale presidente, il sig. Marcello Rollo noto esponente del movimento politico Noi centro, il cui mandato scade il 30 agosto prossimo.

Gli incomprensibili motivi dell'urgenza con cui è stata convocata tale assemblea sarebbero determinati dalla scadenza dell'attuale vertice presieduto dal sig. Marcello Rollo, noto esponente di Noi Centro e rappresentante solo di quel movimento politico.  E la questione assume contorni inquietanti perché mentre in questi giorni a livello Regionale si discute del superamento degli attuali consorzi Asi, qui a Brindisi si vorrebbe continuare come se nulla fosse. 

Infatti è stata già avviata la fase di discussione per il loro superamento così come proposto dall'Assessore Regionale Loredana Capone e dal Presidente Emiliano e sostenuto da Confindustria Bari e Regionale. Si ritiene pertanto che la Regione Puglia debba essere coinvolta e informata di una eventuale modifica dello statuto dal momento che lo stesso è un allegato della legge di istituzione dei consorzi. Inoltre la attuale assemblea è composta da rappresentanti di istituzioni locali espressioni di maggioranze politiche, pertanto sarebbe opportuno che su eventuali modifiche statutarie del consorzio, fossero coinvolti i Consigli Comunali e il Consiglio Provinciale. 

Pertanto si chiede di soprassedere all'assemblea straordinaria prevista per domani 05 agosto, e di rinviarla dopo che questi passaggi, a nostro avviso indispensabili per garantire trasparenza e ampia condivisione nelle scelte, siano espletati.

Chiediamo infine al Presidente della Provincia di Brindisi nonché Sindaco del comune di Francavilla Fontana di intraprendere una azione politica e istituzionale per chiedere l'annullamento o il rinvio dell'assemblea al fine di poter avviare un percorso limpido e partecipato per discutere del futuro assetto del Consorzio e definirne la nuova Governance per indicare i vertici della quale si dovrebbe comunque procedere attraverso selezione con avviso pubblico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Asi, centrosinistra all'attacco: "Si rinvii l'assemblea straordinaria"

BrindisiReport è in caricamento