menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consorzio Asi, Francavilla Fontana pensa di uscire

L'assessore Magliola: "Eventualità che stiamo prendendo in considerazione". L'area cade in una zona a rischio idrogeologico

FRANCAVILLA FONTANA - Dopo le nubi sul bilancio, non c'è pace per il Consorzio Asi del Brindisino, nato forse sotto una cattiva stella, almeno a giudicare da questo inizio 2021. L'Amministrazione comunale di Francavilla Fontana sta pensando di uscire dal Consorzio Asi, anche se non sono chiare le modalità. BrindisiReport ha contattato l'assessore alle Attività produttive Domenico Magliola, della squadra del sindaco Denuzzo. L'assessore, sentendo parlare di Consorzio Asi, pensa subito all'area interessata nella Città degli Imperiali.

Un passo indietro, di molti anni: l'area interessata nel comune di Francavilla Fontana viene individuata, in una zona nei pressi della strada per San Vito dei Normanni. Poco lontano scorre un corso d'acqua: è il Canale Reale. La zona su cui sorgerà il Consorzio Asi è a rischio idrogeologico, è una vicenda ormai (tristemente) nota da anni. In passato si è anche proposto di rimuovere tale vincolo. Perché? Semplice, perché di fatto tecnicamente non si può costruire un'area industriale su una zona con tale vincolo, è vietato.

Brindisi, Fasano, Francavilla Fontana e Ostuni: sono i quattro Comuni membri del Consorzio Asi brindisino, come da statuto. Ora, stando alle dichiarazioni dell'assessore francavillese Magliola, l'ente rischia di perdere un pezzo importante. E 40mila euro l'anno, che è la quota che il Comune di Francavilla versa nelle casse del Consorzio. Le polemiche dei giorni scorsi erano arrivate anche in Consiglio Comunale a Francavilla, per mano del consigliere d'opposizione Antonio Andrisano, capogruppo di Forza Italia. Il consigliere aveva chiesto una presa di posizione da parte del sindaco Denuzzo.

Adesso l'assessore alle Attività produttive Domenico Magliola è tranchant: "I terreni sulla via per San Vito individuati al tempo dal Consorzio Asi sono sottoposti a vincolo idrogeologico, noi continuiamo a pagare il Consorzio Asi senza alcun beneficio. Non vediamo assolutamente quale sia la convenienza. In più, c'è un progetto di riorganizzazione alla Regione, ne abbiamo parlato con l'assessore regionale Delli Noci. Non abbiamo ottenuto nulla fino ad ora, forse è più opportuno puntare sulle zone Zes (Zona economica speciale, ndr), sulla zona industriale".

Sulla vicenda interviene anche il consigliere comunale Nicola Cavallo (Italia Viva), che chiede al sindaco Antonello Denuzzo di chiarire la sua posizione. "Dopo l’apprezzabile intervento del capogruppo di Fi, avvocato Antonio Andrisano - si legge in una nota del consigliere Cavallo - al quale va riconosciuto il merito di aver rotto il silenzio che regnava a Francavilla intorno alla questione Asi e, dopo la presa di posizione del segretario provinciale di Azione, Pappadà, si registra l’intervento dell’assessore alle Attività Produttive che paventa la fuoriuscita del comune di Francavilla Fontana dal Consorzio Asi. A questo punto occorre sapere dal sindaco se la posizione espressa dall’assessore Magliola sia la posizione dell’intera maggioranza e dell’amministrazione o solo una presa di posizione personale del predetto assessore. Nell’ipotesi in cui il Sindaco dovesse confermare questa posizione si chiede fin da ora quale sarà l’iter da seguire per la fuoriuscita e comunque termini e condizioni". 

Articolo aggiornato alle ore 17.40 (intervento del consigliere Cavallo)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola: il Tar sospende l'ordinanza regionale, si torna in aula

Attualità

Genitori e alunni contro la Dad: flashmob davanti alle scuole

social

Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

  • social

    Mesagne, bando "Honestas": proclamato il vincitore

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento