Politica

Crisi, arriva l'ufficialità: il sindaco Marchionna ha azzerato la Giunta

Il primo cittadino: "Ho la fondata speranza di risolvere tutto in pochi giorni. Rimarremo nel perimetro tracciato all'inizio, la maggioranza è comunque la stessa. I cambiamenti mi verranno segnalati dai partiti"

BRINDISI - Era nell'aria, nella mattinata di oggi (lunedì 8 luglio 2024) arriva l'ufficialità: il sindaco di Brindisi, Giuseppe Marchionna, ha azzerato la Giunta. Il 18 giugno 18 consiglieri di maggioranza avevano formalizzato la richiesta di revoca delle deleghe assessorili. Non è la prima "diatriba interna" della maggioranza brindisina, ma di certo è quella più problematica. Prima l'incontro a porte chiuse con gli ormai ex assessori, la firma del decreto, poi le dichiarazioni alla stampa di Marchionna. Una soluzione unitaria non è stata trovata: "Avremmo potuto revocare e rinominare, ma - come sapete - da più parti è arrivata un'indicazione diversa", ha spiegato il primo cittadino.

"Ho aperto la crisi con la speranza e con l'impegno di poterla chiudere rapidamente, sperando ovviamente in una sintesi tra partiti e gruppi consiliari che mantenga inalterata la compagine amministrativa. In questa fase ho evitato di ricorrere a soluzioni dure, tipo le mie dimissioni. Nonostante tutto con i partiti e i gruppi consiliari il rapporto è sereno. Ho la speranza di risolvere la crisi in pochissimi giorni", ha gettato acqua sul fuoco Marchionna. Il perimetro dovrà essere simile a quello della prima Giunta. Ovviamente, vanno sentiti i partiti.

Nomi esterni per Fratelli d'Italia in Giunta? Marchionna non dice né sì né no. C'è stato anche un colloquio, sabato, con Luigi Caroli, segretario provinciale di FdI. Non ha fornito nessun nome perché al momento non c'era nessuna crisi. E in effetti era così. Marchionna spiega che dunque il passo di oggi si è reso necessario. Parla anche di un incontro duro sul piano umano, "un po' forte", visto che ha lavorato insieme a loro per 13 mesi. "Al momento non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da nessuno. Io prendo in considerazioni solo quelle, sono il sindaco", ha aggiunto Marchionna, parlando di eventuali nomi.

Giorni fa, in realtà, qualche nome si era fatto, ma in maniera ufficiosa. Non da Fratelli d'Italia, ma altri partiti avevano già chiarito le proprie intenzioni. Le frasi seguenti vanno lette con il condizionale: Forza Italia aveva proposto gli ingressi dei consiglieri comunali Cosimo Elmo e Caterina Cozzolino al posto di Gianluca Quarta (Lavori pubblici) ed Ernestina Sicilia (Pubblica istruzione). La terza assessora azzurra, Livia Antonucci (Bilancio), non è in discussione. Idem Daniela Maglie (Affari legali), ritenuta vicina al sindaco. Adesso toccherà aspettare qualche giorno per capire se tali indicazioni restano valide.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, arriva l'ufficialità: il sindaco Marchionna ha azzerato la Giunta
BrindisiReport è in caricamento