Politica

Forza Italia troppo invadente: il Nuovo centro destra sospende gli accordi

A rischio gli accordi tra Nuovo centro destra e Forza Italia in provincia di Brindisi, che già erano stati giudicati in sofferenza da uno dei coordinatori dello stesso Ncd in Puglia, Massimo Ferrarese

BRINDISI - A rischio gli accordi tra Nuovo centro destra e Forza Italia in provincia di Brindisi, che già erano stati giudicati in sofferenza da uno dei coordinatori dello stesso Ncd in Puglia, Massimo Ferrarese, il quale aveva fatto sapere di guardare con preoccupazione allo scontro interno tra ricostruttori e berlusconiani, che non rassicurava nè ripagava il suo parito, che aveva dovuto savrificare all'alleanza con Forza Italia quella con l'Udc (che in Puglia sosterrà Michele Emiliano).

“Non possiamo accettare l'atteggiamento di alcuni esponenti di Forza Italia in provincia di Brindisi di prepotenza, prevaricazione e volontà di “comandare” in casa d'altri”, ha dichiarato  Ciro Argese, coordinatore provinciale del Nuovo centro destra, ad una riunione dell'Ncd pugliese a Bari. “Ci siamo seduti al tavolo provinciale del centrodestra con serietà e spirito di collaborazione,ma mentre l'Ncd in ogni comune ha fatto di tutto per trovare l'unità del centro-destra intero, Forza Italia predicava bene ma agiva diversamente”.

Per Argese, "le furbizie, le fughe in avanti non fanno certo bene ad una coalizione che in provincia di Brindisi è stata sempre divisa. E' necessaria la convocazione urgente di un tavolo provinciale di tutto il centrodestra che ristabilisca le regole di convivenza,altrimenti ognuno per la sua strada a prescindere dalle regionali". Tra gli accordi sospesi nel frattempo, anche quello di Ceglie Messapica a sostegno della ricandidatura di Luigi Caroli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia troppo invadente: il Nuovo centro destra sospende gli accordi

BrindisiReport è in caricamento