menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maurizio Ciccolella, dell'Associazione Motumus

Maurizio Ciccolella, dell'Associazione Motumus

«Culturamiamo, rendiconto lacunoso»

BRINDISI - La delibera di affidamento del programma dell'estate brindisina 2012 all'associazione Motumus torna a far discutere e finisce all'attenzione dei revisori dei conti. A sollevare nuovamente il caso è stato il consigliere Riccardo Rossi (Brindisi Bene Comune), che ritiene lacunosa la rendicontazione fornita all'amministrazione dall'associazione di Maurizio Ciccolella. rendicontazione sulla base della quale il Comune ha poi erogato i 125mila euro stanziati a trattativa privata.

BRINDISI - La delibera di affidamento del programma dell'estate brindisina 2012 all'associazione Motumus torna a far discutere e finisce all'attenzione dei revisori dei conti. A sollevare nuovamente il caso è stato il consigliere Riccardo Rossi (Brindisi Bene Comune), che ritiene lacunosa la rendicontazione fornita all'amministrazione dall'associazione di Maurizio Ciccolella. rendicontazione sulla base della quale il Comune ha poi erogato i 125mila euro stanziati a trattativa privata.

«Come molti ricorderanno, Brindisi Bene Comune aveva sollevato forti perplessità in merito al progetto Culturamiamo, la rassegna di eventi culturali e spettacoli che è stata realizzata in città quest'estate. Insieme ad altri consiglieri comunali avevamo anche sottoscritto un ordine del giorno per chiedere il ritiro della delibera, con la quale si finanziava il progetto con 212 mila euro, 153 mila euro dei quali a carico del bilancio del Comune, ravvisando irregolarità nelle modalita di affidamento della gestione della gestione del progetto all'associazione Motumus. In seguito inoltre è stato richiesto al Segretario Generale un parere sentito il Collegio dei Revisori dei Conti. Parere che ancora attendiamo».

Rossi ha esaminato nei giorni scorsi le delibere di giunta n.188 (del 10 settembre) e n.238 (del 2 ottobre) di presa d'atto della rendicontazione di spesa del progetto Culturamiamo e relativa documentazione allegata prodotta dall'associazione Motumus, con le quali sono stati autorizzati pagamenti per 125 mila euro circa: «Riteniamo tale documentazione lacunosa ed insufficiente e non comprendiamo come l'amministrazione possa aver valutato positivamente e senza osservazioni la rendicontazione prodotta e su tale base liquidato 125 mila euro. La rendicontazione presentata è infatti composta da sole ricevute e fatture inviate, dai soggetti più disparati che hanno preso parte al progetto, all'Associazione Motumus che le ha liquidate, alcune addirittura in contanti. Mancano i contratti, le lettere di incarico tra l'associazione e i vari soggetti dalle quali si possa evincere il tipo di prestazione richiesta, le modalità, il compenso pattuito.

Il consigliere comunale richiama a titolo di esempio la ricevuta emessa da una associazione che dichiara di aver ricevuto 3.500 euro per la realizzazione di un evento, senza però alcun contratto in cui si specifichi in cosa consiste l'evento e quali prestazioni sono state pattuite e a che prezzo: «Così come perplessità emergono da ricevute di singole persone fisiche che dichiarano di aver ricevuto un compenso di 750 euro in contanti per aver collaborato alla realizzazione di un evento. Il tutto senza alcun contratto che indichi chiaramente incarico e prestazione da fornire. Per tali motivi riteniamo di dover inviare al Collegio dei Revisori del Comune le delibere e la documentazione relativa per chiedere un parere di regolarità contabile. Nel frattempo invitiamo l'amministrazione a chiedere all'Associazione Motumus una integrazione della documentazione di rendicontazione attestante contratti stipulati e incarichi attribuiti per la realizzazione degli eventi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento