menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Denuzzo sindaco, ecco la Giunta under 50 per Palazzo degli Imperiali

In aula otto consiglieri per Idea di Domenico Attanasi, verso la presidenza del Consiglio, quattro ad Articolo 9 che raccoglie ex radicali e cattolici e tre a Libera Francavilla nata dalle ceneri di Sel

FRANCAVILLA FONTANA  - Se il bis da sindaco a Maurizio Bruno non è riuscito la colpa è di una coalizione civica con contaminazioni che vanno da Sel (Sinistra ecologia e libertà) ai radicali, abbracciando anche i cattolici. Hanno creduto tutti nel volto nuovo di Antonello Denuzzo, 41 anni, avvocato costituzionalista, alla sua prima volta, autore di un capovolgimento elettorale tale da rastrellare il 52,15 per cento dei consensi al ballottaggio dopo il 24,09 del primo turno, sull’ormai già sindaco di Francavilla Fontana, espressione del Pd: si è fermato al 47,85 per cento.

Palazzo Imperiali, sede del Comune di Francavilla Fontana

Le liste civiche

Il segreto del successo? Le persone. I singoli, anziché i partiti. Le gambe che portano avanti i progetti concepiti da tre civiche: Idea per Francavilla, Articolo 9 e Libera Francavilla. Sono liste giovani, in cui hanno trovato cittadinanza i professionisti fra 30 e 40 anni, espressione delle speranze della città degli Imperiali. Qui il primato in termini di consensi spetta alla lista dello sconfitto Bruno, chiamata Francavilla popolare al centro, che fa capo all’ex assessore (giovane pure lui) Luigi Galiano. L’avvocato è stato nella Giunta di Bruno come titolare della delega alla Viabilità. La “sua” civica ha ottenuto il 13,26 dei consensi ma in Aula sarà rappresentata da due consiglieri comunali.

Le forze politiche

domenico attanasi-2Il maggior numero di seggi, invece, è stato conquistato  dalla civica Idea per Francavilla nata per sostenere la candidatura a sindaco dell’avvocato Domenico Attanasi (nella foto accanto), adesso in corsa per la presidenza del Consiglio: otto consiglieri, consenso del 10,60 per cento, tale da incalzare il Pd e Fi, impegnate in un testa a testa per essere la seconda forza politica. Se il Partito democratico che ha rinnovato Bruno dopo la sfiducia in Assise, ha totalizzato l’11,75 per cento, gli azzurri sono arrivati all’11,67 con Giovanni Taurisano candidato primo cittadino in alternativa al senatore uscente Pietro Iurlaro, espressione della destra di Salvini fermatosi al 6,63 per cento. Due punti in meno rispetto a Giuseppe Ricchiuti del Movimento CinqueStelle.

Gli assessori e le deleghe

Per la coalizione Denuzzo, in aggiunta gli otto seggi di Idea per Francavilla, ci sono i quattro di Articolo 9, nata dall’intesa tra radicali e cattolici, arrivata al 5,70 per cento e poi i tre scranni di Libera Francavilla, con il 4,62, quest’ultima iniziale voce dei Sel che per un certo periodo ha sostenuto bruno sindaco. Il sindaco intende a stretto giro procedere con la nomina degli assessori, i cui nomi sono stati – in parte – anticipati nei giorni scorsi. Età compresa fra 38 e 47 anni.

 Entrano in Giunta per la lista Articolo 9 Sergio Tatarano  (147 voti) come assessore alla Mobilità sostenibile e alla trasparenza, e Maria Angelotti (92 voti) allo Sport alla Cultura e alle politiche giovanili; Antonella Iurlaro (370) e Nicola Lonoce (161) all’Urbanistica per Idea; Maria Fontana Passaro (238) alle Politiche abitative, polizia municipale e servizi cimiteriali, e Domenico Magliola (169) alle Attività produttive per Libera Francavilla. Nell’esecutivo anche: Antonio Martina con delega ai Lavori Pubblici e alle politiche ambientali legati al risparmio energetico; Antonella Iurlaro al Bilancio, Patrimonio e Tributi

I consiglieri di maggioranza

In Consiglio, quindi, ci saranno per Articolo 9: Fabio Montefiore con 59 voti al posto di Tatarano, Pierangelo Taurisano con 139 voti, Salvatore Passaro con 52 e Cosimo detto Mimmo Tardio con 91.

Per la lista Idea per Francavilla: Domenico Attanasi con 381 preferenze; Giuseppe Bellanova con 373; Serena Argese 75 voti in sostituzione di Iurlaro; Dario Pio Mancino 221; Adriana Balestra 186 e Ylenia Finimunda detta Numa Ammaturo, 173; Francesco Amelio con 80 voti in sostituzione di Lonoce e Tiziana Fino con 103.

In Assise per Libera Francavilla: Luigi detto Gino Fanizza con 288; Anna Tagliente con 116 al posto di Passaro e Antonella Palumbo con 87 a titolo di surroga con Magliola.

Il centrosinistra

Maurizio Bruno, nuovo presidiente della Provincia-2Bruno, quindi, diventa consigliere comunale, con il ruolo di leader dell’opposizione frastagliata. Al Pd spetta un seggio che va a Nicola Cavallo, il più suffragato con 273 voti;  due a Francavilla Popolare, Giacomo Gallone arrivato a quota 559 e Luigi Galiano 513 preferenze; uno alla civica diretta espressione di Bruno, Stefano Voccoli con 171 (la lista ha ottenuto il 7,27 per cento). Nessun rappresentante per le altre due liste del centrosinistra: Progetto Comune al centro e Insieme al Centro, rispettivamente al 3,67 e al 2,93 per cento.

Il centrodestra spaccato

Con Giovanni Taurisano, rimasto fermo al 23,20 per cento al primo turno, ci sarà un consigliere per Fi, Antonio Andriano con 519 preferenze (è coordinatore provinciale del partito ed è stato candidato al Parlamento) più un consigliere per la sua civica arrivata al 6,45 per cento, Anna Ferrrri con 236 preferenze. Nessuna presenza per Progetto per l’Italia al 5,75 per cento e per Fratelli d’Italia al 2,59 per cento. Per la destra della Lega, in Aula siederà solo Iurlaro. Non ci saranno consiglieri per Più Francavilla, al 3,07 per cento Noi ci siamo all’1,73, Legati Francavilla all’1,01e Libertas Democrazia cristiana allo 0,70.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento