rotate-mobile
Politica

Dichiarazioni e prossimi appuntamenti dei candidati al Parlamento

Interventi sui principali temi che riguardano il territorio, e incontri con gli elettori nei vari comuni

I nuovi appuntamenti elettorali e le dichiarazioni dei candidati dei vari partiti e coalizioni in campo per i seggi alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica.

Partito Democratico

“Il progetto Tokamak per la realizzazione di un laboratorio di ricerca sulla fusione nucleare potrebbe portare a Brindisi un investimento colossale con ricadute occupazionali probabilmente irripetibili”. Da Rosy Barretta, candidata brindisina al Senato del PD nel collegio proporzionale Puglia 2, arriva un sì convinto e motivato alla candidatura della Cittadella della Ricerca come sede ospitante del progetto conteso da altre 9 regioni italiane.

Rosy Barretta-2“Si tratterebbe di un investimento da 500 milioni di euro, che occuperebbe oltre 1500 persone, rilanciando la Cittadella e portando in città manager, ricercatori, tecnici di altissimo livello. Si creerebbero inoltre lavoro e opportunità per le aziende meccaniche, elettroniche e del settore energia, oltre che per le Università pugliesi”.

A beneficiare dell’esperimento DTT (Divertor Tokamak Test) sarebbe insomma l’intera Regione e l’eventuale scelta di Brindisi da parte dell’Enea testimonierebbe un successo di squadra “perché su questo tema si è già raggiunto un primo risultato straordinario, la collaborazione inter-istituzionale tra Regione Puglia (disponibile ad investire fino a 30 milioni di euro), Provincia di Brindisi (che metterebbe a disposizione la Cittadella) e Comune di Brindisi (che si occuperebbe delle opere urbanistiche)”.

Quanto al profilo ambientale, la Barretta non ha dubbi: “Non si tratta di un sito di produzione di energia nucleare ma della ricerca preliminare per giungere a realizzare, nel 2050 e in un sito ovviamente ancora da individuare, la prima centrale a fusione nucleare. Questa ricerca non produce scorie né radioattività oltre i limiti previsti dalla legge. Dunque ogni timore di pericoli per l’ambiente e la salute dei cittadini è infondato. E come sapete, da sempre, sono una convinta ambientalista”.

Fabiano Amati “Berlusconi contro Tap: siamo al populismo degli anti populisti. Ora manca solo che dica di volerlo portare a Brindisi e poi sarà pienamente consumato il tentato furto con destrezza di voti.” Lo dichiara Fabiano Amati, candidato al Senato nel collegio Brindisi-Monopoli e consigliere regionale della Puglia. “Non è una campagna elettorale ma un circo. Solo Berlusconi mancava: da oggi anche lui è contro Tap a Melendugno e auspica un altro sito guardandosi beve dallo specificare quale. Volete scommettere che domani dirà che la soluzione sarebbe Brindisi, pur sapendo (lui e gli altri che lo dicono) che non è tecnicamente possibile?

In questa campagna elettorale siamo in un grande supermarket con scaffali pieni zeppi di illusioni, che dal 5 marzo si ritroveranno irrimediabilmente vuoti. Sto combattendo non solo per vincere le elezioni ma per limitare il furto con destrezza di voti, da chiunque posto in atto. Assisto impotente ad un campagna elettorale dove il senso di responsabilità viene rinviato al dopo elezioni, quando in realtà bisognerebbe averlo prima di prendere il potere.”

Movimento 5 Stelle

Si è tenuto ieri, sabato 17 febbraio, a Brindisi a Palazzo Virgilio il convegno "Giustizia e Legalità" in cui le candidate al Parlamento per il M5S, Valentina Palmisano e Anna Macina, hanno esposto il programma elettorale, alla presenza del consigliere regionale, Gianluca Bozzetti.  Si è discusso in particolar modo, appunto, del tema legalità e di come il M5S si propone di migliorare l'efficienza e la qualità della giustizia: più risorse, più personale e strumenti per fare in modo che i processi siano più veloci, le indagini più efficaci, la pena più certa e tendente alla rieducazione. Riforme semplici e chiare per far funzionare la giustizia e dare certezza ai cittadini onesti.

palmisano e macina giustizia e legalità-2"Per troppi anni, infatti, i partiti sia di destra che di sinistra non hanno mai fatto nulla per farla funzionare perché gli faceva comodo una giustizia debole con i forti  forte con i deboli - ha detto Valentina Palmisano -. Noi ci proponiamo tra le altre cose di rendere accessibile la giustizia a tutti abbassando i costi di introduzione dei giudizi ed eliminando alcuni adempimenti obbligatori che non fanno altro che rendere ancora più difficile per il cittadino far valere un proprio diritto dinanzi al giudice. Vogliamo ridurre la durata dei processi rendendoli più snelli e veloci" ha aggiunto.

"Per quanto riguarda il processo penale vogliamo: 1) riformare il regime della prescrizione per evitare che ogni anno migliaia di processi vadano in fumo senza che il colpevole sia condannato a causa del sopraggiungere di tale termine; 2) Potenziare lo strumento delle intercettazioni come mezzo di ricerca della prova; 3) Rendere utilizzabile la misura della condanna ai lavori di pubblica utilità; 4) Tenere separate le carriere tra magistratura e politica; 5) Dare un premio a chi denuncia abusi e reati come la corruzione all'interno di aziende pubbliche o private; 6) Eliminare il divieto della reformatio in peius in appello". Queste alcune delle riforme che la candidata ha esposto e che il Movimento intende porre in essere per rendere più ferrea la lotta alla corruzione e regolamentare in maniera efficiente il settore giustizia.

Da domani, inoltre,  parte il programma di iniziative della candidata al Parlamento per il Movimento 5 Stelle, Patty L'Abbate. Lunedì 19 febbraio, ore 16 a Castellana Grotte, "Un caffè con Patty". Nel pomeriggio Patty accetta l'invito a casa per un caffè di tutti i cittadini che vogliano conoscere le idee e i progetti per il futuro del nostro paese del Movimento 5 Stelle; ore 20 incontro con simpatizzanti e attivisti ad Alberobello presso la sede del Movimento. Oggi, invece, la candidata ha incontrato i cittadini in piazza a Montalbano di Fasano dove è stato allestito un gazebo informativo.

Anna Macina e Valentina Palmisano questo pomeriggio, domenica 18 febbraio, incontrano i cittadini in Piazza Vittoria a Brindisi a partire dalle 18.30, con la presenza del consigliere regionale Gianluca Bozzetti e il candidato M5S alla Camera, Giovanni Vianello. Anche il candidato Giovanni Luca Aresta continua il suo tour di incontro con le diverse realtà produttive del settore tarantino del Collegio (Manduria, Avetrana e Maruggio). 

Forza Italia

L'ex vicesindaco Mauro D'Attis Il movimento politico Opportunità Civica di Cisternino ospiterà Mauro D'Attis, candidato alla Camera per Forza Italia. L'appuntamento è per lunedì 19 febbraio, alle ore 18:30, presso la sede del movimento in via principe Amedeo 25.  D'Attis, candidato nel collegio plurinominale Puglia 3 (Monopoli-Brindisi-Martina Franca-Taranto), incontrerà la cittadinanza in vista delle imminenti elezioni politiche del 4 marzo.  L'incontro si inserisce nella serie di iniziative organizzate da Opportunità Civica a sostegno dell'intero centrodestra, che proseguiranno nei prossimi giorni a ritmo sostenuto.

Domani, lunedì 19 febbraio, alle ore 9.30, Mauro D’Attis incontrerà a Brindisi dirigenti e lavoratori di una azienda locale che opera nel settore dei servizi. Alle ore 15.00 sarà ad Ostuni per un incontro con esponenti delle forze dell’ordine. Alle 17.00, ad Ostuni, visiterà un’azienda commerciale del posto. Alle 18.00, sempre ad Ostuni, presso la Biblioteca, parteciperà ad un incontro-confronto organizzato dal Forum delle associazioni

"Prosegue la campagna elettorale e cresce la voglia di visitare i territori e di incontrare tanta gente ma, ad una campagna di ascolto,  deve affiancarsi una campagna di proposte e di contenuti", dicono Antonio Andrisano (candidato alla Camera dei Deputati Collegio Uninominale Puglia 12) e Luigi Vitali (candidato al Senato della Repubblica Collegio Uninominale Puglia 5). "Ed è per questo che, dopo aver visitato l'ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana e dopo aver incontrato il direttore amministrativo - dott. Ignazio Buonsanto -, abbiamo voluto incontrare e dialogare con tanti operatori sanitari e medici e con tanti comuni cittadini che, come noi, vivono ogni giorno la drammatica situazione della sanità in Puglia, frutto di un piano di riordino ospedaliero miope e scollato dalla realtà territoriale e dalle sue  esigenze".

Vitali e Andrisano-2"La situazione, dobbiamo confidarlo, è peggiore di quanto avessimo mai potuto immaginare e ciò pur vivendo e subendo quotidianamente gli effetti devastanti di questo piano di riordino voluto dalla Regione Puglia e dalle forze politiche che ormai da più di dieci anni la guidano. Le responsabilità sono chiare, chiarissime, ed in questo momento sarebbe facile indicare i veri ed unici responsabili scaricando loro tutte le colpe, ma una buona politica, realmente vicina ai bisogni del cittadino, deve, in questo momento. preoccuparsi di eliminare le storture e le conseguenze negative di una riforma sanitaria che ha umiliato ed umilia, ogni giorno di più, un territorio e che, incurante dei problemi che la gente vive quotidianamente, opera tagli su bisogni essenziali e primari come il diritto alla salute".

"Nella consapevolezza desolante e mortificante di questo quadro a tinte fosche della sanità pugliese e, tenendo fede agli impegni assunti, abbiamo già avviato, con la preziosa collaborazione di un nostro comitato di esperti del settore, uno studio e delineato, così, una serie di proposte migliorative dell'attuale piano - che saranno portate all'attenzione degli organi competenti - al fine di restituire dignita' al nostro sistema sanitario, al nostro territorio e soprattutto ai malati ed ai loro parenti che devono affrontare battaglie quotidiane per vedere riconosciuto il loro diritto alla salute ed alla sua tutela".

+ Europa con Emma Bonino

In merito alle affermazioni del presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, su un eventuale spostamento del gasdotto Tap, interviene il capolista al Senato, collegio plurinominale Puglia 02 (che comprenden anche Brindisi), di +Europa con Emma Bonino, Giordano Masini.  "«Berlusconi ha promesso la Tap lontano da San Foca (ma naturalmente non ha specificato dove la vuole, dato che i voti deve prenderli ovunque, non solo in Salento) e l’alta velocità a Lecce. Basterebbe seguirlo nel suo tour elettorale per rendersi conto che fa promesse simili ovunque".

Giordano Masini-2"Le ha fatte sempre, non le ha mantenute mai. Le promesse locali del centrodestra si aggiungono a quelle nazionali - dall’abolizione della legge Fornero al rimpatrio degli immigrati, dall’uscita dall’euro alla flat tax - e hanno in comune solo una cosa: non verranno mantenute, e se venissero mantenute pagheremmo un conto salatissimo per decenni. Se non fosse stato il premier che è stato più a lungo in carica - 11 anni complessivamente - nel corso dell’ultimo ventennio, e quello che ha trascinato l’Italia sull’orlo della bancarotta appena sette anni fa, si potrebbe essere tentati di credere alle sue tristi promesse senili. Per fortuna non abbiamo la memoria così corta", conclude il candidato di +Europa.

Noi con l'Italia

"Abbiamo un territorio ricco di risorse, di una bellezza straordinaria ma non ci sono politiche che incentivino lo sviluppo del turismo e dei servizi. Quando penso ad Ostuni  e alla meravigliosa Valle d’Itria, penso ad un sistema unico che metta in rete luoghi , monumenti e infrastrutture. Il nostro territorio ha bisogno di pensare in grande, ha bisogno di pensare ad un unico distretto, il Distretto del Turismo, integrato con porto e aeroporto di Brindisi (sistema turistico integrato)". Lo dice Vittorio Zizza, candidato alla Camera dei Deputati, collegio uninominale Puglia 13, per Noi con l'Italia.

VITTORIO ZIZZA-3"Un Distretto Turistico che metta insieme il territorio del Gal di Ostuni e il Gal di Valle d’Itria, accettando le sfide del mercato globale turistico, forti di un territorio vasto e ricco  che faccia sistema e garantisca  servizi. Mettendo insieme questi territori è possibile creare una unica macro area turistica, che sia denominata e soprattutto che sia integrata con i Comuni, il cui compito deve essere quello di lavorare in sinergia con gli imprenditori del turismo troppo spesso imprigionati nelle maglie della burocrazia".

Questa macro area,  indipendente, sarà così in grado di affrontare le sfide del mercato globale. Oggi l’obiettivo è quello di destagionalizzare il turismo, di creare nuove rotte e attrarre il flusso dei visitatori tutto l’anno. Per fare questo è necessario migliorare i servizi e valorizzare i nostri splendidi beni culturali e paesaggistici: dal Parco delle Dune Costiere a Torre Canne, da Torre S. Leonardo alla Riserva di Torre Guaceto, dai centri storici di tutti i nostri comuni alle campagne, dalle masserie fortificate ai nostri superbi castelli. Non bisogna dimenticare le difficoltà con le quali si scontrano gli operatori di settore per questo penso anche che sia necessario definire un  contesto giuridico amministrativo e autorizzativo più snello ed efficiente per gli operatori del settore".

Liberi e Uguali

Rosanna Cavallo e Giuseppe Palazzo, candidati di Liberi ed Uguali alle prossime elezioni politiche, si dedicano in questi giorni alla visita di  aziende nella zona Industriale di Brindisi. C’è il desiderio di far conoscere la nuova proposta politica di Liberi e Uguali che ha il lavoro nel proprio Dna  e farsi conoscere come candidati  dalla realtà produttiva del territorio, quella che lavora, genera lavoro ed ogni giorno combatte con mille difficoltà.

Giuseppe palazzo Rosanna Cavallo Zona Industriale-2Rosanna Cavallo è candidata al senato nel plurinominale, è psicologa ed è impegnata come responsabile nella gestione di una importante cooperativa attiva in ambito sociale nel sostegno alla disabilità. Giuseppe Palazzo è candidato alla Camera, è un giovane avvocato ed esercita la libera professione sul territorio. Sono entrambi giovani, persone competenti e  per la professione che svolgono sia direttamente che indirettamente hanno  una ottima conoscenza delle dinamiche e problematiche aziendali. Nei primi giorni si sono incontrate dieci aziende e circa 200 lavoratori.

Si è stati accolti con grande disponibilità e cortesia. Si è discusso dei problemi della zona industriale sia di quelli degli imprenditori che di quelli dei lavoratori. Tutti hanno chiesto maggiore attenzione, quella che la ‘’vecchia politica’’ ed i rappresentanti del Consorzio  Asi, ‘’vecchi e nuovi’’, non hanno voluto concedere riducendo l’area in uno stato di abbandono in cui i problemi non possono che aggravarsi.

Rosanna Cavallo visita Zona Industriale brindisina-2I più hanno del risentimento perché leggono di tanti progetti che qualcuno vuole realizzare nella Zona Industriale ma, mai nessuno si è fatto vedere nelle aziende per sentire i pareri, accogliere le istanze legittime di chi ogni giorno opera. Non si può pensare di rendere attrattiva un’area industriale se la si lascia nelle condizioni attuali. E’ preda di furti ed atti vandalici giornalieri, le strade sono piene di buche, non funziona la rete di scolo delle acque, manca l'illuminazione, manca la segnaletica minima, i servizi postali sono inefficienti e le erbacce a rischio di incendio sono dappertutto.

I due giovani candidati di LeU hanno preso un impegno, di elaborare alcune proposte per invertire questo stato di cose. Partiranno dalle proposte fatte dagli imprenditori, intendono sostenerle in tutti i luoghi della politica.  Tra le proposte vi è quella della costituzione di  un gruppo di imprenditori e lavoratori “sentinelle” che possano segnalare disagi e disservizi sui quali Comune o Consorzio o altri soggetti pubblici sono chiamati ad intervenire. Nei prossimi giorni si visiteranno altre aziende nelle altre zone industriali della provincia, si andrà nelle aree agricole anche. Per noi vuol dire prendersi cura del lavoro, delle famiglie e dell’ambiente, facendolo sul territorio porta a porta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dichiarazioni e prossimi appuntamenti dei candidati al Parlamento

BrindisiReport è in caricamento