Politica

"Dopo 4 anni, ancora nessuna traccia del Pug: si va verso il fallimento"

A quattro anni dall'approvazione del documento preliminare programmatico (Dpp) non c'è ancora traccia della bozza di Pug. Lo rileva il consigliere comunale Massimiliano Oggiano, La Puglia Prima di tutto, attraverso una nota stampa in cui rimarca i ritardi accumulati dall'amministrazione comunale su questo fronte. A suo dire, il Comune sta "cercando disperatamente una 'exit way' dall'impasse

BRINDISI – A quattro anni dall’approvazione del documento preliminare programmatico (Dpp) non c’è ancora traccia della bozza di Pug. Lo rileva il consigliere comunale Massimiliano Oggiano, La Puglia Prima di tutto, attraverso una nota stampa in cui rimarca i ritardi accumulati dall’amministrazione comunale su questo fronte. A suo dire, il Comune sta “cercando disperatamente una ‘exit way’ dall’impasse e dallo stallo ormai evidente nella predisposizione della prima bozza del Pug”.  Il Dpp, a detta di Oggiano, “è ormai superato”. 

“E’ ormai conclamata  - afferma il consigliere comunale d’opposizione - una imbarazzante ‘diversità di vedute’ tra il coordinatore scientifico dell’ufficio di piano, il professor Goggi, e l’amministrazione comunale”.   Oggiano rinfaccia all’assessore all’Urbanistica, Pasquale Luperti, di “aver disatteso miseramente  l’ennesima promessa di portare entro la fine dell’anno la prima bozza del Pug”. 

“Ciò che è stato finora prodotto, tra l’altro – prosegue Oggiano - oltre a denunciare che a Brindisi insiste già molta più volumetria di quanto la città Massimiliano Oggianonecessita e ad ipotizzare una nuova quanto improbabile area cimiteriale (di cui non se ne sente proprio il bisogno) non riferisce davvero nulla di significativo sulle specifiche che dovrebbero essere contenute nel pug/s (piano urbanistico strutturale), non facendo altro che ripetere concetti generali già contenuti nel DPP, (vecchio ormai di quasi 4 anni!) ed enunciarne pochi altri, anch’essi del tutto generici e, per taluni versi, finanche contraddittori con il documento preliminare suddetto”. 

Oggiano, a questo punto, chiede chiarezza. Ecco le domande che il consigliere d’opposizione pone all’amministrazione comunale:  “All’interno della fase di rilievo, a che punto è lo stato di attuazione dello strumento urbanistico vigente ottenuto incrociando i rilievi in campo effettuati con i dati in possesso del Comune?”.

E poi, “All’interno della fase strutturale, a che punto è la tipizzazione per aree omogenee e l’individuazione delle invarianti strutturali (porto, stazione aereoporto, aree militari-demanio, infrastrutture energetiche, zona industriale, centro storico e aree contermini, costa, mobilita urbana e parcheggi, parchi urbani,immobili pubblici, vincoli paesaggistici-ambientali, vincoli architettonici-archeologici) e dei contesti territoriali?”.

Infine: “All’interno della fase progettuale, a che punto sono le previsioni e gli indirizzi sulle invarianti strutturali e sui contesti territoriali urbani? Quale è la previsione programmatica per aree omogenee tipizzate?”

“In attesa di risposte - conclude Oggiano - continueremo a dare il nostro contributo ed a vigilare affinché l’Amministrazione possa cambiare una rotta che la sta attualmente portando inesorabilmente verso l’ennesimo fallimento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dopo 4 anni, ancora nessuna traccia del Pug: si va verso il fallimento"

BrindisiReport è in caricamento